rotate-mobile
Cronaca Lanciano

No elettrodotto, manifestazione a Lanciano: tecnici desistono dal picchettaggio

Questa mattina è toccato ai cittadini di Lanciano farsi sentire sul progetto della Terna. La protesta pacifica in località Sant'Onofrio, dove i tecnici erano già pronti a picchettare i terreni per l'esproprio

Un'altra protesta pacifica contro l'elettrodotto Villanova-Gissi. Questa mattina è toccato ai cittadini di Lanciano farsi sentire sul progetto della Terna. La manifestazione è avvenuta in località S. Onofrio dove i tecnici erano già pronti a picchettare i terreni per l'esproprio.

Sul posto anche amministratori comunali con il vicesindaco di Lanciano, Pino Valente. Non ci sono stati momenti di tensione: i cittadini hanno però ribadito con i fatti l'assoluta contrarietà al progetto energetico e all'esproprio dei terreni, rivendicando il diritto alla salute.  Il comune di Lanciano infatti non ha firmato l'accordo per l'ecoristoro inferiore a un milione di euro.

Il sit in si è chiuso alle 13 con la vittoria dei manifestanti: i tecnici hanno desistito dal picchettaggio.

Lanciano: no al'elettrodotto / foto Zona Ventidue

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No elettrodotto, manifestazione a Lanciano: tecnici desistono dal picchettaggio

ChietiToday è in caricamento