menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Niente fondi per il Bando Periferie, ChietiScaloNOI attacca: "Non sapevamo che piazza S. Giustino fosse periferia"

L’atto della corte costituzionale non ha incluso i progetti per le periferie di Chieti. Ma il comitato getta benzina sul fuoco

Il Governo ha sospeso le convenzioni nazionali del Bando Periferie, a rischio - come evidenziato nei giorni scorsi dal sindaco - lo sviluppo e la riqualificazione di Chieti se non verranno erogati gli 11.172.890 euro per la riqualificazione architettonica di piazza San Giustino, il raddoppio del parcheggio del Terminal Bus, il potenziamento dei posti auto nella Caserma Berardi, la palestra didattica e l’orto botanico nell’area della ex scuola Vicentini.

L’atto della corte costituzionale non ha incluso i progetti per le periferie di Chieti. Ma il comitato ChietiScaloNoi getta benzina sul fuoco:

"Con stupore - dice il coordinatore Lello Carapelle - apprendiamo che piazza San Giustino, il terminal bus, la ex caserma Berardi sono le “periferie” di Chieti. E noi che pensavamo che Brecciarola, San Martino, San Salvatore, Chieti Scalo…. fossero le zone periferiche della città, bisognose di migliori collegamenti urbani (ad esempio la filovia esistente ma inutilizzata), strutture per anziani e persone con maggiori difficoltà, viabilità almeno accettabile, e potremmo continuare ancora.

Ma tutto non viene per nuocere, infatti si potrà accedere di nuovo a questi finanziamenti, ma con idee e conseguenti progetti (con studio di fattibilità) realmente dedicati a tutte le periferie vere della città, visto che queste sono le uniche destinatarie di questi danari. Amministratori - chiude-  non considerate con superficialità i vostri cittadini, ma andate oltre il vostro limite".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento