rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

"C'è troppa neve": a Chieti arriva l'Esercito

Il Ministro accoglie la richiesta, militari in arrivo da Foggia. I cumuli impediscono ai mezzi di lavoro di muoversi per continuare a spazzare via la neve

A Chieti arriva l’esercito per rimuovere i cumuli di neve. Lo ha annunciato il presidente della Regione Luciano D’Alfonso dopo aver dettagliato, nel primo pomeriggio di oggi, al Ministro della Difesa Roberta Pinotti le ragioni della richiesta delle risorse umane dell'Esercito per liberare la viabilità cittadina. 

La mancanza di spazi a causa dei cumuli di neve nel centro urbano impedisce infatti ai mezzi di lavoro di muoversi per continuare a spazzare la neve. Il sindaco Umberto Di Primio si è già rivolto al Corpo Forestale dello Stato per avere le autorizzazioni per stoccare la neve chiedendo altresì il supporto dell'Esercito

Nel frattempo il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito ha dato disposizioni per fare avvicinare da Foggia i mezzi e gli uomini che occorrono per le operazioni di rimozione. Nelle prossime ore dunque trenta militari muniti di pale coordinati dal comandante del Cedoc di Chieti e un mezzo meccanico per le operazioni di rimozione neve. arriveranno in soccorso di Chieti.

In città la situazione è ancora critica per migliaia di utenze tra Filippone, San Salvatore, Santa Barbara, San Martino senza energia elettrica da ieri. L'Enel ha comunicato che i lavori sono in corso e che in serata la situazione dovrebbe finalmente tornare alla regolarità anche se alcune utenze potrebbero rimanere ancora disalimentate. Il numero telefonico per segnalare le emergenze legate al black out è lo 0871.292962.

Intanto, in vista della nuova allerta meteo, diversi Comuni hanno firmato le ordinanze di chiusura delle scuole. A Chieti resteranno chiuse fino a giovedì 19 gennaio, mentre per domani (mercoledì 18) è stata prorogata la chiusura degli uffici pubblici.

"L’emergenza più grande, in queste ore – ha dichiarato il sindaco - sono le 10.000 persone ancora senza corrente elettrica e le grandi difficoltà che i mezzi hanno nel pulire le strade per la mole di neve accumulata. Vi è poi la nuova criticità determinata dalla caduta di alberi e rami che sono un pericolo per auto e pedoni e un limite per i mezzi che devono lavorare sulle strade in questo momento. Ho chiesto l’aiuto della Regione e del Genio Militare per poter rimuovere la neve accumulata e gli alberi che stanno cadendo. Ho, inoltre, parlato con il referente di zona dell’Enel il quale ha assicurato il massimo impegno per quanto riguarda gli interventi su tutta la città". 

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"C'è troppa neve": a Chieti arriva l'Esercito

ChietiToday è in caricamento