Cronaca

Neve e ghiaccio a Chieti e Provincia 8 febbraio: situazione e previsioni

Il maltempo concede una parziale tregua per la giornata di oggi. Possibile nevischio misto a pioggia e gelate diffuse in serata. Ma le condizioni ancora drammatiche: un elicottero della Forestale è partito per l'Alto Vastese a portare aiuti. Scuole chiuse fino a sabato. Di Giuseppantonio chiede lo stato di calamità naturale

Dopo sei giorni di neve il maltempo a Chieti concede una tregua, breve perchè già a partire da venerdì una nuova perturbazione attraverserà il territorio.

Neve e ghiaccio a Pescara 8 febbraio: previsioni e situazione
Le ultime previsioni di Abruzzometeo indicano per la giornata di oggi residue nevicate specie
sulle zone pedemontane e collinari, al di sopra dei 200-300 metri. A causa di un lieve rialzo delle temperature previsto, per le prossime ore potrebbero esserci nevischio e pioggia mista a neve sulle località costiere. Tempo in miglioramento con schiarite nella giornata di giovedì.

Si raccomanda di fare attenzione al fenomeno delle gelate diffuse, anche in pianura, specie nelle ore serali-notturne e al primo mattino.

SCUOLE Situazione ancora critica per quanto riguarda la viabilità. Le scuole di Chieti, Atessa, Francavilla e Guardiagrele resteranno chiuse fino a sabato. Fino a giovedì, salvo nuove ordinanze, quelle di Lanciano e Vasto. Le lezioni e gli esami sono stati sospesi anche all'università D'Annunzio, fino a sabato prossimo.

FABBRICHE Dopo i fermi produttivi per la pesante nevicata nell'area frentana questa mattina la Sevel di Atessa ha ripreso la produzione del Ducato, riaperta anche la Honda.

AUTOBUS URBANI A Chieti servizio regolare di tutti gli autobus La Panoramica, fatta eccezione per le linee 7/, 11 e 12/. Alcune corse però potrebbero non transitare nei punti più critici (come via San Camillo de Lellis, via Santa Barbara, Vallellunga) o essere soppresse.

TRENI Tutte operative le linee regionali Fs in Abruzzo ad eccezione della Avezzano-Roccasecca, sospesa a causa di neve e alberi caduti sui binari.

LA DIRETTA 

ORE 11,32: ISOLATI NELL'ALTO VASTESE, PARTE UN ELICOTTERO Un elicottero AB 412 del Corpo Forestale dello Stato è decollato dall'aeroporto di Pescara per dirigersi a Castiglione Messer Marino da dove è stato lanciato un allarme: alcune famiglie sono isolate da giorni sulla montagna, in località Santa Maria del Monte, a oltre 1.200 metri di quota, senza corrente elettrica. Venerdì è stato portato un gruppo elettrogeno, ma ormai il paese è quasi a secco di nafta. Dato che i mezzi via terra hanno difficoltà, ora è partito l'elicottero che dovrebbe condurre sul monte, oltre ai gruppi elettrogeni e al carburante per farli funzionare, anche un pastore che da giorni non riesce a raggiungere i suoi animali chiusi in una stalla. Si tratta di centinaia di capi, tra pecore e vacche, che rischiano di morire di fame e di sete.

LA PROVINCIA CHIEDE LO STATO DI CALAMITA' NATURALE Il Presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio questa mattina con un telegramma al Presidente del Consiglio Mario Monti e al Presidente della Regione Gianni Chiodi ha chiesto il riconoscimento dello stato di calamità naturale per l’intero territorio provinciale e per tutti i Comuni. Se da una parte le nevicate stanno creando problemi alla viabilità e all’attività produttiva di importanti industrie, dall’altro stanno mettendo a durissima prova la tenuta finanziaria di Provincia e  singoli Comuni, chiamati ad affrontare nuove spese. “Bisogna sostituire uomini stremati da giorni e notti di ininterrotto lavoro sulle strade, acquistare altro materiale necessario per fronteggiare l’emergenza - spiega il presidente Di Giuseppantonio -  Inoltre nel prossimo futuro bisognerà calcolare i danni e programmare subito gli investimenti, sia per ripristinare le strade che per effettuare la verifica sulla sicurezza degli edifici e purtroppo, agendo nel  rispetto dei vincoli imposti dal Patto di Stabilità si corre il rischio di non poter dare risposte adeguate e tempestive alle diverse situazioni che stiamo affrontando”. Pochi giorni fa il Presidente della Provincia ha lanciato un appello per risolvere il problema delle buche sulle strade, causate dalla presenza di neve e ghiaccio.  “Purtroppo le previsioni annunciano ulteriori nevicate – continua Di Giuseppantonio -  le cui conseguenze si faranno sentire per giorni e richiederanno ulteriori spese: per questo motivo sia la Provincia che i Comuni auspicano che il Governo la Regione decidano con l’urgenza che le circostanze impongono”.

ASSOCIAZiONI Il totale delle associazioni operative, per la mattinata di oggi, sul territorio della Regione Abruzzo è di 53, di cui 20 in provincia di Chieti. Il sale attualmente è stato distribuito a Vasto (3 tonnellate) e Casalbordino (3 tonnellate).

ORE 16,20 VIABILITA' CRITICA NEL VASTESE Ancora chiusa, per pericolo di slavine, la strada provinciale che collega Castiglione Messer Marino a Schiavi di Abruzzo, nell'alto Vastese, dove nei giorni scorsi dal costone della montagna si era staccato un ammasso di neve che aveva letteralmente sepolto la carreggiata. Strada invasa da neve anche da Castiglione verso Torrebruna per poi risalire verso Schiavi. Isolate da oltre 48 ore le frazioni Valloni e Valli. Da Schiavi raggiungere Castiglione è praticamente impossibile al momento. L'unica alternativa è scendere sulla fondovalle Trigno, risalire ad Agnone e raggiungere quindi Castiglione dal versante molisano. Inevitabili ripercussioni sul traffico, con le corse dei mezzi pubblici che raggiungono la zona del Sangro inevitabilmente soppresse. I mezzi della Provincia sono al lavoro dalle prime ore del mattino nel tentativo di sbloccare almeno il tratto Castiglione-Torrebruna-Valloni. Altra arteria completamente chiusa è il tratto tra San Buono e Furci.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve e ghiaccio a Chieti e Provincia 8 febbraio: situazione e previsioni

ChietiToday è in caricamento