menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La neve non dà tregua, sarà un Capodanno imbiancato

Gli spazzaneve in azione dalla scorsa notte si concentrano sulle vie principali, scatenando qualche lamentela dai residenti dei quartieri di periferia. Il piano neve sembra aver funzionato meglio del 2012, ma resta il pericolo delle lastre di ghiaccio

Un altro giorno di neve sulla città, mentre prosegue il lavoro degli operatori per cercare di liberare tutte le strade comunali. I mezzi spazzaneve e spargisale sono in azione da lunedì notte, iniziando dalle strade di accesso ed uscita dalla città, ma le continue nevicate e le raffiche di vento rendono ancora più difficile il lavoro. Sul territorio comunale sono in azione diversi mezzi, due per cercare di liberare le periferie più estreme, dove il piano neve sembra aver funzionato meglio rispetto al 2012, almeno in alcune delle zone che due anni e mezzo fa restarono bloccate per qualche giorno.

Non sono mancati i disagi e le proteste, provenienti specialmente dalle strade secondarie dei quartieri periferici. In alcune gli spazzaneve non si sono visti, altrove il sale sparso dai mezzi presposti non è bastato ad evitare il formarsi di lastroni di ghiaccio, pericolosi per pedoni e automobilisti. Questa mattina pare addirittura che un autobus della linea 1 de La Panoramica abbia avuto qualche problema su via Colonnetta a causa del fondo stradale ghiacciato. I mezzi pubblici, comunque, hanno circolato regolarmente, seppure con qualche inevitabile ritardo.

Problemi sono stati segnalati nel parcheggio a pagamento gestito dalla Ecoesse in via papa Giovanni XXIII, dove i cittadini che pagano l’abbonamento annuale hanno avuto difficoltà ad entrare e uscire, perché le rampe non sono state liberate dalla neve.

Allo Scalo, dove è caduto qualche centimetro in meno di neve, si circola con più facilità, ma resta il pericolo ghiaccio e continuano le raffiche di vento che non cesseranno neppure domani.

Si raccomanda di continuare a tenere la massima prudenza. Sarà un ultimo dell’anno da ricordare per la città di Chieti. Le previsioni, infatti, dicono che la neve non darà tregua. Sono previste ampie precipitazioni, con temperature che scenderanno fino a 4 gradi sotto lo zero. Si raccomanda dunque di uscire in auto solo se adeguatamente equipaggiati di gomme termiche o catene, e comunque di evitare se non strettamente necessario.

Per ogni emergenza è stato attivato il Coc, Centro operativo comunale di Protezione civile, da contattare in caso di necessità

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento