menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nascondeva in garage più di 2,5 chili di droga, arrestato un giovane

Si tratta di un 26enne di nazionalità albanese, residente ad Altino, già noto per reati di spaccio. Viene considerato il rifornitore dell'area frentana

In garage nascondeva circa 2 chili e mezzo di marijuana, suddivisa in 12 bustine di cellophane trasparente sottovuoto, contenute in una shopper e 6 ovuli di hashish per 100 grammi complessivi.. Per questo Enea Delimurati, 26 anni, di nazionalità albanese residente ad Altino, già noto alle forze dell'ordine per spaccio di droga, è finito in manette. 

L'arresto è stato effettuato dai carabinieri della compagnia di Lanciano, diretti dal capitano Vincenzo Orlando che, dopo i controlli antidroga dei giorni scorsi, hanno approfondito gli accertamenti, individuando nel giovane albanese un soggetto da controllare. 

In particolare, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia frentana, guidati dal Tenente Massimo Canale, hanno ipotizzato che l'uomo fosse il rifornitore di droga nell'area frentana. Lo hanno osservato e pedinato ininterrottamente per due giorni, raccogliendo elementi precisie  e concordanti tali da far ritenere che Delimurati potesse detenere sostanze stupefacenti. 

Così, intorno alle 2 di questa notte, è scattato il blitz. Il giovane è stato bloccato mentre usciva da un garage nei pressi della sua abitazione. Non ha avuto alcuna reazione, anzi si è mostrato molto collaborativa. E, durante la perquisizione, i carabinieri hanno trovato la droga nel garage e in uno stabile attiguo in fase di costruzione.

Oltre alla sostanza stupefacente, sono state sequestrate alcune schede telefoniche e un cellulare, verosimilmente utilizzati per i contatti con gli acquirenti e/o i rifornitori. Tutta la droga recuperata è stata sottoposta a sequestro e sarà oggetto di analisi chimiche e tossicologiche, mentre le schede e il cellulare saranno oggetto di indagini più approfondite per l’individuazione di altri eventuali correi.

Gli immediati  riscontri lasciano ipotizzare che la droga fosse destinata al mercato locale, quello dell’area frentana; lo stupefacente rinvenuto avrebbe potuto garantire un introito di oltre 30 mila euro

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento