menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasconde trecento chili di droga in casa: arrestato giovane commesso

L'arresto a Milano su segnalazione della Questura di Chieti. Hashish e marijuana erano destinati all'Abruzzo

Un commesso di ventiquattro anni, A. T., è stato arrestato dagli agenti del Commissariato centro di Milano con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel suo monolocale ad Opera la polizia ha trovato 300 chili di droga destinata al mercato abruzzese.

A mettere i poliziotti milanesi sulle tracce del ragazzo è stata proprio una segnalazione della Questura di Chieti, che durante una diversa indagine - sempre sul mondo della droga - si è imbattuta nel nome del ventiquattrenne, incensurato e senza alcun precedente penale.

Gli agenti, dopo lunghi pedinamenti, hanno bloccato il 24enne fuori da una sala slot e, dalla successiva perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto ventisei scatoloni con dentro duecentoventi chili di marijuana e ottanta chili di hashish, già confezionate in buste sottovuoto. Alla polizia il giovane ha spiegato di essersi indebitato nella sala slot e di essere stato reclutato come custode della droga per guadagnare qualche soldo. Droga che, venduta al dettaglio, avrebbe fruttato almeno due milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: oggi 196 nuovi positivi e 441 guariti in Abruzzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento