menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiusi la domenica, aperti il lunedì: lo strano destino dei musei teatini

Aperture col contagocce nei giorni festivi per Villa Frigerj e La Civitella, che però aderiscono all'iniziativa del Polo Museale dell'Abruzzo

Da domenica 16 ottobre i due musei archeologici Villa Frigerj e la Civitella a Chieti sono chiusi a causa del superamento dei festivi da parte del personale. Una decisione legata anche alla poca affluenza che si registra in autunno, quando non ci sono eventi ministeriali o di richiamo. In compenso però, il Polo Museale dell’Abruzzo diretto da Lucia Arbace ha stabilito che tutti i luoghi afferenti resteranno aperti di lunedì (solitamente giorno di riposo per i musei), fino al 2 gennaio 2017.

“L’obiettivo è implementare l’offerta dei laboratori didattici per le scuole, molto attiva nel periodo invernale e migliorare il servizio in un periodo caratterizzato da maggiore affluenza sotto le festività natalizie” sottolineano dal Polo. 

Resteranno aperti dunque Villa Frigerj e La Civitella, assieme agli altri musei regionali come il Munda dell’Aquila, il Museo d’arte sacra di Celano, l’Abbazia di Santo Spirito al Morrone di Sulmona, il  Museo Archeologico Nazionale di Campi,, il Museo Casa Natale di Gabriele d’Annunzio di Pescara. Con il  biglietto d’ingresso ad un museo è possibile, nella stessa  giornata, visitarne un altro della rete statale con riduzione

I musei teatini però, nei prossimi mesi resteranno chiusi di domenica e nei festivi, fatta eccezione per le festività del 1 novembre e del 26 dicembre e per le prime domeniche del mese, durante le quali l’ingresso è gratuito. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento