menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da Facebook

Foto da Facebook

Autista della Croce Gialla muore durante il turno di notte: Lanciano in lutto per Carlo Cocco

Aveva 61 anni ed era molto conosciuto in città, per il suo impegno a favore degli altri e per la sua generosità

In un'atmosfera surreale, sotto la neve e con le strade deserte per le direttive contro il Coronavirus, Lanciano ha dato l'ultimo saluto a Carlo Cocco, 61 anni, scomparso nella notte tra domenica e lunedì, mentre era in servizio per il suo turno da autista della Croce Gialla a Lama dei Peligni.

A strapparlo alla vita un malore improvviso, che lo ha colto proprio mentre era impegnato in ciò che più lo appassionava, aiutare gli altri. E, proprio per quella divisa, Cocco era molto conosciuto a Lanciano e nel circondario. "Ci sono persone che entrano nelle nostre vite, lasciando tracce nel nostro cuore, e noi non saremo più gli stessi...", è lo straziante saluto dei colleghi che con lui hanno condiviso tanti momenti, impegnati in prima linea per portare soccorso. 

"Generoso e disponibile": così lo ricordano i tanti che lo hanno conosciuto, sul posto di lavoro e nella vita privata. 

Cocco lascia i figli Antonio e Alessandro, il nipotino Carlo, i fratelli Vincenzo, Gianfranco, Alessandro, le sorelle Fiorella ed Elisabetta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento