Muore a 4 anni in ospedale, sarà l'autopsia a fare chiarezza

Il bimbo, ricoverato a Lanciano in Pediatria sabato per disturbi gastro-intestinali non gravi, ha iniziato a peggiorare lunedì mattina ed è stato disposto il trasferimento a Pescara. Ma il paziente è morto in ambulanza

Sarà l’autopsia a fare chiarezza sulla morte di un bimbo di 4 anni, scomparso lunedì (20 gennaio) nel reparto di Pediatria dell’ospedale Renzetti di Lanciano.

Il piccolo era stato ricoverato sabato pomeriggio: i genitori lo avevano portato in ospedale per una serie di disturbi gastro-intestinali persistenti. I fastidi andavano avanti da giorni e nonostante i farmaci prescritti dal pediatra la situazione non migliorava, ma non sembrava grave. Il pediatra di turno ha optato per il ricovero perché il bambino nel 2013 aveva subito due interventi chirurgici in due diversi ospedali fuori regione, e voleva monitorare il quadro clinico nella sicurezza della corsia.

Ma lunedì mattina le condizioni del piccolo paziente hanno iniziato a peggiorare: gli accertamenti hanno riscontrato una dilatazione importante dello stomaco, determinando un quadro clinico più grave di quanto prospettato al momento del ricovero.

A quel punto è stato disposto il trasferimento del bambino nella Chirurgia pediatrica all’ospedale Spirito Santo di Pescara, ma purtroppo il piccolo non è mai arrivato a destinazione. È spirato sull’ambulanza, nonostante i medici avessero deciso di intubarlo per consentirgli di respirare più facilmente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri al Renzetti l’autopsia sollecitata dal direttore dell’unità operativa di Pediatria Valerio Flacco con il consenso dei genitori. Solo così si riusciranno a capire le cause della morte ed accertare eventuali responsabilità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Cosa non lavare mai in lavastoviglie, per stoviglie sempre perfette: l’elenco

  • Prorogate tutte le zone rosse: non si può entrare e uscire fino al 13 aprile

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi in Abruzzo: ci sono 78 nuovi casi

  • Francavilla in lutto per la scomparsa del tabaccaio Enzo Catelli

  • È scomparso ad Arielli il "poeta agricoltore" Tommaso Stella

Torna su
ChietiToday è in caricamento