Multe a raffica in viale Abruzzo, l'assessore bacchetta i commercianti: "Solo rispetto delle regole"

Colantonio rivendica il buon operato della polizia municipale e replica alla protesta dei commercianti dello Scalo: "Su viale Abruzzo gli stalli di sosta gratuita e a pagamento sono ben definiti"

“Nessun atteggiamento vessatorio, ma rispetto delle regole e lotta al malcostume”. Così, l’assessore al Traffico e alla Viabilità, Mario Colantonio, rivendica il buon operato della polizia municipale e replica a Confcommercio, che aveva lamentato l’aumento delle multe nel tratto di viale Abruzzo dopo la stazione

La presidente provinciale Marisa Tiberio aveva accusato il Comune di “fare cassa a danno di una categoria già allo stremo delle forze”, quella dei piccoli commercianti. Ma Colantonio controbatte: “Gli stalli di sosta gratuita e a pagamento sono ben definiti”. 

Come conferma l’assessore, dal mese di gennaio sono stati intensificati i controlli della polizia municipale, che sanziona chi sosta su posti irregolari, sui marciapiedi, sulle strisce pedonali, sui parcheggi riservati ai diversamente abili o al carico e scarico merci, a servizio degli stessi esercizi commerciali di viale Abruzzo. Spiega Colantonio:

Il quotidiano lavoro svolto dalla polizia municipale avviene su tutto il territorio comunale e senza alcun presunto atteggiamento vessatorio nei confronti di taluni cittadini o categorie lavorative. Pertanto rigetto ogni tipo di accusa nei confronti degli agenti che adempiono al proprio dovere di far rispettare il codice della strada e il corretto e diligente comportamento sia delle vetture in transito che di quelle che sostano in modo irregolare, illegittimo e senza alcun rispetto delle regole. E’ facile, oggi, puntare il dito verso chiunque cerchi di riportare un po’ di ordine considerando che si va verso una società nella quale taluni preferiscono il libero arbitrio a danno di chi, invece, si comporta in modo corretto rispettando il vivere civile.

Colantonio, che da assessore ai Lavori pubblici, nella scorsa legislatura, inaugurò il parcheggio gratuito a ridosso della stazione ferroviaria con oltre 150 posti, puntualizza che l’intervento fu realizzato anche sulla base delle richieste dei commercianti. Gli stessi che, oggi, lamentano che quei parcheggi sono occupati pressoché continuamente dalle stesse vetture e che, in alcuni punti, nelle aree notturne, risultano poco illuminati e dunque pericolosi. E in effetti, nonostante l’assessore al Traffico sostenga che il parcheggio è illuminato “a giorno”, la parte più lontana dalla stazione è quasi sempre buia o comunque poco illuminata. Tuttavia, si è cercato di porre un freno a chi lo utilizzava come parcheggio “personale”:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso degli anni, per evitare soste permanenti che si protraevano anche per diversi giorni sono stati posti i limiti orari alla sosta per garantire un continuo ricambio e consentire ai cittadini di sostare gratuitamente, recarsi presso le numerose attività commerciali, usufruire dei servizi e tornare comodamente alla propria vettura. Non è concepibile malcostume di andare a fare acquisti  arrivando con la propria vettura davanti alla vetrina dell’esercizio commerciale. Il mio personale plauso alla polizia municipale che continua a svolgere regolarmente l’espletamento delle proprie funzioni anche salvaguardando il territorio da situazioni legate a reati penalmente perseguibili o che ledono il decoro della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si è spento a 60 anni Marcello Petaccia, proprietario di un'ottica a Chieti

  • Venticinquenne si ribalta con la Bmw a Chieti: miracolosamente illeso

  • Presentata la nuova giunta comunale a Chieti: Rispoli al lavori pubblici, Pantalone al commercio

  • Il Consiglio di Stato boccia definitivamente il progetto Mirò: stop al centro commerciale di Santa Filomena

  • Tamponamento a catena sull’asse attrezzato, diverse auto coinvolte

  • Coronavirus, record di contagi e tamponi: 203 nuovi casi e due persone morte in provincia di Chieti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento