menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Pescano 23 chili di polpo e scappano alla vista dei carabinieri: maxi sanzione per due pescatori di frodo

Il pescato, ancora vivo, è stato buttato in acqua, mentre mute e arnesi da pesca sono stati sequestrati e verranno distrutti

Avevano appena pescato 23 illecitamente 23 chilogrammi di polpo. Per questo, due persone sono state sanzionate per pesca di frodo e rischiano una sanzione amministrativa fino a 12 mila euro. 

La scoperta è stata effettuata nel corso di un'operazione congiunta tra carabinieri e capitaneria di Ortona contro la pesca di frodo.

Nella notte tra martedì e mercoledì, l'auto su cui viaggiavano i due è stata intercettata dai carabinieri dell'aliquota radiomobile della compagnia di Ortona. Il conducente, anziché fermarsi, ha tentato di fuggire, ma l'auto è stata inseguita e bloccata.

Nel bagagliaio i militari hanno trovato un grosso recipiente in plastica che conteneva numerosissimi esemplari di polpo comune e strumenti per la pesca. I polpi probabilmente erano stati pescati da poco perché erano vivi, le mute utilizzate erano ancora bagnate.

A quel punto, è stato richiesto l'intervento degli uomini della capitaneria di porto che hanno preso in consegna i 23 chilogrammi di pescato, rimesso in acqua.

Ai due pescatori è stata contestata l'infrazione per la pesca di frodo che prevede una sanzione amministrativa fino a 12 mila euro; mute e arnesi da pesca sono stati sequestrati e verranno distrutti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento