rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Corso Marrucino

"I cittadini che cambiano la città" festeggiano i due anni

Mostra a cura del Comitato Cittadino per la salvaguardia e il rilancio della città di Chieti alla Bottega d'arte della camera di Commercio per ripercorrere tutti i passi compiuti e ringraziare la collettività

Per celebrare i due anni dalla nascita, il Comitato Cittadino per la salvaguardia e il rilancio della città di Chieti propone una mostra allestita nella Bottega d’Arte della Camera di Commercio di Chieti. L’inaugurazione è domenica 7 febbraio alle ore 11.30; la Mostra rimarrà aperta tutti i giorni, al 14 febbraio, con i seguenti orari: 10.00-13.00 e 17.30-19.30.

L’esposizione ripercorre tutte le attività portate a termine a partire dal 7 febbraio 2014, quando, su iniziativa della Consulta comunale delle Associazioni culturali, veniva costituito il Comitato con un programma riassunto nello slogan: “La Biblioteca A.C. De Meis all’ex Ospedale militare e non solo”.

In poco più di un mese furono raccolte 8.050 firme in calce alla petizione per la biblioteca teatina.

Nel corso del 2015 è stato dato concreto seguito al Piano di razionalizzazione delle sedi delle Amministrazioni dello Stato site in Chieti che prevede, tra l’altro, la realizzazione nella Caserma Bucciante alla villa comunale di una Cittadella della Cultura, dichiarata eccellenza regionale, che ospiterà anche la nuova Biblioteca “A. C. De Meis”.

“A due anni di distanza – spiega il portavoce Giampiero Perrotti -  quello che sembrava un sogno s’avvia a diventare realtà, pur se ancora molto resta da fare. Il Comitato con questa mostra intende ripercorrere il cammino fatto, avvalendosi della preziosa opera di volontariato delle Associazioni coinvolte, rendere testimonianza dell’impegno sviluppato dai rappresentanti delle diverse Istituzioni coinvolte, dire grazie ai cittadini di questa nostra Chieti che hanno manifestato, al di là di ogni aspettativa, la loro voglia di esserci, di contare, di impegnarsi in una battaglia civile, battaglia intesa come riscoperta di identità”.

Porta un libro alla villa/ foto C. Di Vincenzo


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I cittadini che cambiano la città" festeggiano i due anni

ChietiToday è in caricamento