menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto a 56 anni Roberto Fagnano, capo del Dipartimento Salute della Regione

Il manager si è sentito male in casa a Teramo, inutili i tentativi di rianimarlo in ospedale. Il cordoglio della Regione Abruzzo

Regione Abruzzo in lutto per l'improvvisa scomparsa di Roberto Fagnano, capo del Dipartimento Salute. 

Un infarto lo avrebbe colpito stamanti nella sua abitazione a Teramo.  Allertati i soccorsi, gli operatori del 118 lo hanno trasferito immediatamente nel reparto di Cardiologia dell'ospedale "Mazzini" dove però ogni manovra rianimatoria è stata vana. Il manager, che non aveva particolari problemi di salute, ieri aveva avuto una cena di lavoro all'Aquila, poi era ripartito per Teramo intorno alle 22.

56 anni, originario di Campobasso, dove vive la famiglia, molto stimato a Teramo e in Abruzzo, Fagnano era stato nominato nei mesi scorsi a capo del Dipartimento Salute dal nuovo governo regionale di centrodestra. Per anni era stato direttore generale della Asl di Teramo.

Il presidente Marco Marsilio ha espresso il proprio cordoglio anche a nome dell’intera giunta regionale: "In questi pochi mesi di lavoro comune - le sue parole - ho avuto modo di apprezzarne, oltre alle qualità umane,  la professionalità e l’esperienza in un settore così delicato e complesso come quello della sanità. Ai familiari le più sentite condoglianze da parte della Regione Abruzzo".

“Apprendiamo con grande dispiacere la notizia dell'improvvisa scomparsa del Capo Dipartimento Salute di Regione Abruzzo, Roberto Fagnano. In questo momento di profondo dolore, rivolgiamo il nostro pensiero e le più sentite condoglianze alla famiglia e a tutti i suoi cari”

commentano invece i consiglieri regionali del MoVimento 5 Stelle.

Thomas Schael, direttore generale Asl Lanciano Vasto Chieti in una nota fa sapere che

"La prematura e improvvisa scomparsa di Roberto Fagnano ci lascia sgomenti. Abbiamo perso un punto di riferimento importante, qualificato e affidabile per la sanità abruzzese, ma ancor più una persona gentile, dal tratto umano inconfondibile. Lascia un vuoto grande in una regione che lo aveva adottato, apprezzandone negli anni qualità e competenze. Alla famiglia giungano le espressioni del più sincero cordoglio mio personale e della nostra Azienda".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento