Atletica: è morto Pietro Mennea, era docente a Scienze Motorie alla d'Annunzio

Si è spento questa mattina a Roma, all'età di 61 anni. Da tempo lottava contro un male incurabile. La camera ardente nel pomeriggio nella sede romana del Coni

È morto stamattina in una clinica a Roma, all’età di 61 anni, Pietro Mennea, ex velocista azzurro, olimpionico e primatista del mondo dei 200 metri dal 1979 al 1996.

Da tempo lottava contro un male incurabile.

Dopo aver insegnato negli anni Novanta a L'Aquila, dal 2001 Mennea era docente di Legislazione europea delle attività motorie e sportive alla Facoltà di Scienze dell'Educazione Motoria dell'Università "d'Annunzio".

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a Milano per impegni di lavoro, appresa la notizia della morte dell'ex campione è rientrato precipitosamente a Roma. Il numero 1 dello sport italiano ha disposto l'allestimento della camera ardente per oggi pomeriggio, nella sede del Coni della capitale.

PIETRO MENNEA: IL PIU' GRANDE CORRIDORE ITALIANO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bere tanta acqua fa davvero bene? Tutti gli effetti benefici da conoscere

  • Scende dal mezzo in panne e viene investita da un'auto: morta una giovane

  • Ragazzo scompare da Orsogna, l’appello dei familiari

  • Chieti, Tentano furto ad azienda di carni: messi in fuga dal proprietario

  • Val di Sangro, operaio si sente male in fabbrica: muore a 44 anni Massimo Gollino

  • Finge di volerla aiutare a vendere l'auto ma è una scusa per estorcerle denaro: arrestato 39enne teatino

Torna su
ChietiToday è in caricamento