rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca Lanciano

Il cordoglio degli ex colleghi del Mario Negri Sud per la morte di Massimiliano Baldassarre: "Porteremo avanti le sue idee"

Il ricercatore, nato a Chieti e cresciuto a Pianella, aveva perso la moglie Stefania Spanò tre anni fa. In suo nome aveva creato una borsa di studio per neo laureate e pubblicato un libro

Se n'è andato a 50 anni Massimiliano Baldassarre, tre anni dopo la sua dolce metà Stefania Spanò. Entrambi erano stati ricercatori del Consorzio Mario Negri Sud di Santa Maria Imbaro.

Per ricordare la moglie, Massimiliano aveva creato, in collaborazione con la Fondazione abruzzese scienze per la vita di Lanciano, una borsa di studio/ricerca per consentire ad una donna, nata o residente o comunque legata all'Abruzzo o al Molise, da poco laureata in materie scientifiche in campo biomedico, di svolgere un soggiorno di ricerca in biologia cellulare o microbiologia molecolare, all'estero.

Massimiliano Baldassarre, nato a Chieti e cresciuto a Pianella (Pescara), si è spento improvvisamente sabato scorso, come riporta Il Pescara, lasciando nello sgomento quanti lo avevano conosciuto e gli erano stati accanto negli ultimi anni dopo il grande dolore per la scomparsa della moglie.

Ad esequie avvenute (lunedì a Pianella), il ricordo della Fondazione abruzzese per le scienze della vita onlus: “Massimiliano, tecnico, allievo dei corsi di formazione del Consorzio Mario Negri Sud, poi laureato in Farmacia all'università di Chieti, ricercatore del Negri Sud, aveva proseguito la sua formazione all'università di Yale, Usa, insieme con la sua compagna di vita e di ricerca, Stefania Spanò. Insieme si erano trasferiti all'università di Aberdeen, in Scozia, dove avevano intrapreso una prestigiosa carriera nel campo della microbiologia. All'improvvisa scomparsa di Stefania, nel settembre 2019, Massimiliano aveva chiesto la collaborazione della Fondazione abruzzese scienze per la vita per creare una borsa di studio/ricerca per l'estero. Grazie all'entusiastica partecipazione di familiari, colleghi e amici, si erano subito raccolti fondi sufficienti per la prima borsa di studio "Trampolino di lancio" Stefania Spanò, assegnata ad una giovane laureata di Isola del Gran Sasso, e poi per una seconda e una terza, assegnata ad una giovane di Francavilla al Mare, appena partita per l'università di Berna. Per sostenere la raccolta fondi Massimiliano recentemente aveva avuto l'idea di pubblicare il libro intitolato 'Non siamo sole. Otto storie di solidarietà femminile', con il prezioso apporto di otto scrittrici abruzzesi, edito da Galaad. Il libro è stato presentato in varie località, in Abruzzo e altrove, con grande successo, negli ultimi 6 mesi”.

“Massimiliano aveva anche altre idee – continua il ricordo - credeva profondamente in quello che faceva e riusciva a suscitare l'entusiasmo degli altri. La sua improvvisa e precoce scomparsa pone fine al suo impegno, ma la Fondazione abruzzese, le scrittrici di Non siamo sole, le giovani vincitrici della borsa di studio Spanò, i tanti ex colleghi e amici, insieme con i familiari, porteranno avanti le sue idee. Riposa in pace, Massimiliano, e grazie per quello che ci hai insegnato e hai dato alla ricerca scientifica e alla tua terra. Non ti dimenticheremo... ad majora”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cordoglio degli ex colleghi del Mario Negri Sud per la morte di Massimiliano Baldassarre: "Porteremo avanti le sue idee"

ChietiToday è in caricamento