Cronaca

Addio a Fabrizio Frizzi, il conduttore televisivo amico dell'Abruzzo

Nel 2016 era stato premiato con il "tralcetto dell'amicizia" per il suo impegno nel sociale, nel 2013 aveva partecipato a un pellegrinaggio a Lourdes con l'Unitalsi

La morte di Fabrizio Frizzi ha lasciato sgomento l'intero Abruzzo, regione che apprezzava particolarmente il conduttore televisivo scomparso la scorsa notte. 

Due anni fa, a Frizzi era stato assegnato il "tralcetto d'oro dell'amicizia" per l'anno 2016, riconoscimento istituito a ricordo dell’amicizia tra Ciccio Zaccagnini, il papà di Marcello, titolare dell’azienda “Zaccagnini”, e Giuseppe Prisco, entrambi combattenti in Russia con il Battaglione Alpini L’Aquila, durante il secondo conflitto mondiale. Frizzi era stato scelto per il suo grandissimo impegno nel sociale, portato avanti con costanza, ma sempre in silenzio, con la riservatezza e pacatezza a cui aveva abituato i telespettatori.

Tanto da essere nominato "unitalsiano" ad honorem, da parte dei vertici dell'Unitalsi (Unione nazionale italiana trasporto ammalati a Lourdes e santuari internazionali). Nel 2013, aveva partecipato a un pellegrinaggio a Lourdes con oltre 700 persone dall'Abruzzo

"Frizzi - aveva raccontato la presidente Unitalsi Abruzzo, Alessandra Bascello - è stato più unitalsiano di noi, sempre disponibile e vicino alla gente. Un esempio di come il successo possa fare rima con umanità e solidarietà". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Fabrizio Frizzi, il conduttore televisivo amico dell'Abruzzo

ChietiToday è in caricamento