menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' morto Alfredo Cohen, l'Osvaldo di "Parenti serpenti"

Oltre ad aver recitato nel film di Mario Monicelli ambientato in Abruzzo, l'artista lancianese fu l'autore della prima versione di "Alexanderplatz", famosa canzone di Battiato

A 72 anni è venuto a mancare Alfredo D'Aloisio, in arte Alfredo Cohen, personaggio lancianese famoso soprattutto negli anni '70, quando incise un pezzo scritto con Franco Battiato e Giusto Pio: "Valery".

Il brano in questione è noto tra i collezionisti, e più in generale tra gli appassionati di musica, perchè rappresenta la prima versione di un successo di Battiato che è stato interpretato anche da Milva: "Alexanderplatz".

Il titolo "Valery", secondo quanto racconta la leggenda, fu ispirato a Cohen da una giovane transessuale, militante del movimento LGBT: Valérie Taccarelli. Alfredo, che era dichiaratamente gay, volle dedicarle il testo, ma qualche anno dopo fu deciso di "trasformare" questa canzone in "Alexanderplatz", modificando le parole e lasciando pressocchè intatta la parte melodica.

Cohen, tuttavia, vanta anche (e soprattutto) un'esperienza professionale come attore: nel 1992, ad esempio, ha partecipato al celebre film di Mario Monicelli "Parenti serpenti", ambientato in Abruzzo e per la precisione a Sulmona.

I funerali dell'artista si svolgeranno domani pomeriggio (6 dicembre) a Lanciano nella chiesa di Sant'Agostino, alle ore 15,30.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento