menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova tragedia in montagna: due giovani alpinisti muoiono durante la scalata del Gran Sasso

Avevano trascorso la notte al Rifugio Franchetti per poi iniziare la salita con altri due amici, che hanno lanciato l'allarme

Un'altra terribile tragedia ha funestato il giorno di Santo Stefano sulle montagne d'Abruzzo. Dopo l'escursionista di Roseto trovata morta stamani, al termine di una nottata di ricerche, altre due persone sono morte in montagna. 

Si tratta di Ryszard Barone, 25 anni, e Andrea Antonucci, 28, entrambi di Corfinio (L'Aquila). I due avevano trarscorso la notte al rifugio Franchetti e stamani hanno iniziato a salire sulla cima orientale del Gran Sasso, lungo un itinerario alpinistico, legati tra loro in conserva. Purtroppo, però, durante la salita sono caduti e scivolati lungo il Vallone delle Cornacchie, a quota 2.600 metri, per circa un migliaio di metri, fino alla base della ferrata Ricci, sul versante teramano. A lanciare l'allarme altri due amici che erano con loro.

Dopo aver sbarcato in quota alla base della parete due tecnici di elisoccorso del Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo, l'eliambulanza del 118 di Pescara ha provveduto al recupero delle due salme per mezzo del verricello, entrambe trasportate fino ai Prati di Tivo e consegnate alle autorità presenti.

I due giovani alpinisti erano molto esperti di montagna, come dimostrano le numerose foto di escursioni pubblicate sui loro profili social.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento