Cronaca Lanciano

Donna deceduta a Paglieta, indagato il marito

Trovata in gravi condizioni in casa, Amelia Natarella, 58 anni, è deceduta ieri all'ospedale di Lanciano. Sul volto, fratture e contusioni che fanno pensare a un'aggressione. La Procura sta indagando sul marito

La procura e la polizia di Lanciano stanno indagando sulla morte, ritenuta sospetta, di Amelia Natarella, di 58 anni, residente a Paglieta, in contrada di Pranciarella.

Ieri pomeriggio (23 dicembre), intorno alle 16, la donna è stata trovata da alcuni famigliari nella sua abitazione gravemente ferita, successivamente è stata trasportata all'ospedale di Lanciano dove è morta intorno alle 18.

A segnalare il sospetto che la cinquantottenne potesse essere stata aggredita sono state le autorità sanitarie dopo avere rilevato sul corpo, in particolare sul volto, fratture e contusioni.

Adesso la Procura sta indagando, a piede libero, sul marito della donna, un pensionato di 64 anni, su cui pende l'accusa di omicidio volontario. Quest'ultimo ha trascorso l'intera notte nel Commissariato di Polizia e, stando a quanto riferisce il suo difensore, non si sarebbe mai contraddetto.

Amelia Natarella, che era al letto per problemi di salute non meglio specificati, spesso sarebbe caduta accidentalmente ferendosi. Ieri è stato il marito ad avvertire i sanitari. La casa dove è stata trovata la donna è stata posta sotto sequestro. La coppia ha un figlio, che al momento dei fatti si trovava a Roma.

L'indagine è condotta dal procuratore Francesco Menditto e dal sostituto procuratore Rosaria Vecchi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna deceduta a Paglieta, indagato il marito

ChietiToday è in caricamento