menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
un'immagine recente di Fausto Di Marco (foto da Facebook)

un'immagine recente di Fausto Di Marco (foto da Facebook)

Il dolore degli amici: "Fausto era una brava persona, prendete i colpevoli"

Mentre sono in corso gli interrogatori in Questura, rabbia e incredulità per la morte del teatino

E’ una città incredula quella che domenica si è svegliata facendo i conti con un omicidio che ha sconvolto Chieti Scalo e non solo. Fausto Di Marco, teatino originario del rione Filippone, 40 anni ancora da compiere, alle 4,30 di notte è stato trovato senza vita, riverso su un marciapiede in via Pescara, vicino ad un locale che vende kebab e ad un circolo privato. Ad ammazzarlo  forse una coltellata o un pezzo di vetro di una bottiglia rotta, trovata sulla scena del delitto, che gli ha reciso la carotide.

LA RABBIA - Mentre sono in corso gli interrogatori in questura di circa venti testimoni per cercare di risalire all’identità dell’omicida e ricostruire le ultime ore di vita della vittima, in città e sui social è esploso il dolore per la morte di Fausto Di Marco. “Era una brava persona, non aveva mai avuto problemi con la giustizia e non aveva mai fatto del male a nessuno – si sfogano alcuni amici - Non meritava una fine così. Vogliamo giustizia”.

I residenti dello Scalo ripetono che i loro appelli sulla sicurezza sono rimasti inascoltati dall’amministrazione comunale: “Sono anni che segnaliamo episodi di violenza: risse, aggressioni. Non si doveva arrivare a questo. Altro che isola felice, a Chieti la sicurezza manca da un sacco di tempo”.

FAUSTO - Musicista, da poco aveva fondato il duo 'Pura condivisione', lo si incontrava spesso in giro con il suo cane e i suoi strumenti Fausto, che era molto conosciuto tra i locali cittadini, in particolare quelli di Porta Pescara, dove amava trascorrere le sue serate. Nessuno riesce a capire il perché di tanta violenza nei suoi confronti. Dalle prime informazioni sembra che nella notte tra sabato e domenica davanti al circolo privato in via Pescara sia scoppiata una rissa, poi sfociata nell’aggressione fatale davanti al kebab.

Intanto è prevista per lunedì l'autopsia sul corpo del giovane teatino, affidata al medico legale Pietro Falco. 

In segno di rispetto per Fausto, il locale Cueva Brigante a Porta Pescara oggi (domenica) resterà chiuso per lutto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento