Cronaca Lanciano

Paglieta: riesumata la salma della donna deceduta a Natale

In corso all'obitorio dell'ospedale di Lanciano la seconda autopsia sulla salma di Amelia Natarelli, 58enne di Paglieta, deceduta il 23 dicembre scorso. Per la sua scomparsa è indagato a piede libero il marito

Dopo la riesumazione al cimitero di Paglieta, avvenuta oggi (7 gennaio) alle 8,30, è in corso all'obitorio dell'ospedale di Lanciano la seconda autopsia sulla salma di Amelia Natarelli, 58 anni, di Paglieta, deceduta il 23 dicembre scorso a seguito di gravi fratture al viso e alle costole.

Per la vicenda è indagato a piede libero, per omicidio volontario, il marito A.D.F, 64 anni, che aveva ritrovato la moglie agonizzante a terra. La Procura di Lanciano ha affidato oggi il secondo esame medico legale al professor Giorgio Bolino, docente dell'Universitè La Sapienza di Roma, il quale sta effettuando anche ulteriori prelievi istologici al fine di dare risposte certe sulle cause che hanno determinato la morte della Natarelli.

La Procura frentana, all'esito della prima autopsia, effettuata dall'anatomopatologo Ivan Melasecca, si è detta certa della morte violenta della donna, mentre la difesa del marito, che ha nominato il dottor Raffaele Ciccarese quale perito di parte, propende per la causa accidentale del decesso a seguito di caduta della donna. I risultati dell'odierna autopsia si conosceranno entro fine febbraio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paglieta: riesumata la salma della donna deceduta a Natale

ChietiToday è in caricamento