Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Bomba

Stop impianto Forest Oil, soddisfatto Moroni "Risultato della buona politica"

Per il Consigliere provinciale lo stop al progetto di estrazione del gas a Bomba è il risultato della buona politica a favore dei cittadini e della difesa del territorio


"Lo stop al progetto della Forest Oil per l’estrazione del gas a Bomba deciso dal Comitato Valutazione di impatto ambientale della Regione Abruzzo, è il risultato della buona politica a favore dei cittadini e della difesa dei territori e delle loro vocazioni". A dirlo è il consigliere provinciale delegato per le problematiche petrolifere Franco Moroni, che aggiunge: "In seguito alla decisione del Comitato stiamo assistendo da alcuni giorni ad una serie di rivendicazioni circa questo risultato poco rispettose nei confronti di quelle persone ed enti che hanno messo a disposizione le loro professionalità sull’argomento. Per quanto ci riguarda, sia la Provincia, grazie all’impegno determinante profuso dal Presidente Enrico Di Giuseppantonio,  sia i 18 Comuni di un ampio comprensorio, nella loro azione di contrasto a tale progetto sono stati espliciti e determinati fin dal primo momento e, soprattutto, non hanno addotto alcuna motivazione ideologica a sostegno delle regioni del no. Abbiamo ascoltato la gente e soprattutto abbiamo valutato da un punto di vista tecnico e ambientale le conseguenze che un simile insediamento potrebbe determinare in un territorio con una fortissima vocazione turistica".

Il Consiglio provinciale all’unanimità ha espresso la propria contrarietà al progetto, tenendo conto delle ricadute economiche negative in termini di immagine e in termini ambientali che un simile insediamento potrebbe provocare. "Ma la partita non è chiusa - conclude Moroni - la Provincia non abbasserà la guardia e vigilerà con attenzione su tutti i passaggi ulteriori di questa vicenda".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop impianto Forest Oil, soddisfatto Moroni "Risultato della buona politica"

ChietiToday è in caricamento