rotate-mobile
Cronaca San Salvo

Minorenne accerchiato dal branco e picchiato: nuovo episodio di bullismo a San Salvo

La denuncia di una mamma. Qualche mese fa in centro un altro ragazzo era stato costretto a ingoiare la schiuma da barba dai bulli. L'opposizione invoca prevenzione e politiche adeguate

Nuovo episodio di bullismo a San Salvo: è accaduto qualche giorno fa a un ragazzo di 17 anni che sarebbe stato accerchiato e picchiato da una ventina di ragazzini. "Gli hanno intimato di mettersi in ginocchio, di portare rispetto perché loro sono la mafia" la denuncia della madre che ha avuto un incontro con il sindaco Emanuela De Nicolis e le scuse dai diretti interessati.

Un triste episodio che fa il paio con quello accaduto lo scorso febbraio, quando un altro ragazzo in città era stato costretto a ingoiare la schiuma da barba dai bulli dopo che gli avevano rubato le scarpe.

Le famiglie invocano più controlli in centro, affinchè i giovani possano uscire di casa in serenità.

Sull'accaduto intervengono anche i consiglieri di opposizione di San Salvo, invitando il presidente della Commissione politiche sociali, Giancarlo Lippis, a convocare con urgenza una seduta e avviare un calendario di incontri con le associazioni per raccogliere dati e informazioni e costruire tutti insieme un programma che abbia come tema principale la lotta al bullismo e al disagio giovanile.

"Quanto accaduto giorni fa in pieno centro a San Salvo è solo l’ultimo atto di una lunga serie di episodi che dimostrano che il fenomeno del bullismo, ed in generale del disagio giovanile, meritano una approfondita e maggiore ratto di una lunga serie di episodi che dimostrano che il fenomeno del bullismo, ed in generale del disagio giovanile, meritano una
approfondita e maggiore riflessione con le associazioni, con gli Enti del terzo settore e con le scuole. È un problema che va affrontato unitariamente e che di certo non può
ridursi solo ad azioni isolate o alla gestione degli episodi dopo che sono accaduti. Si rischiano, come è successo, incomprensioni e strumentalizzazioni politiche che non fanno altro che peggiorare la situazione" scrivono i consiglieri comunali Fabio Travaglini, Marika Bolognese, Emanuela Tascone, Antonio Boschetti,Nicola Argirò e Gianni Mariotti.

"Abbiamo il dovere di fare prevenzione e programmare politiche adeguate - prosegue la nota - . Purtroppo quanto accaduto non è un fatto isolato, segno che è necessario, da parte di tutti, un'attenta analisi, un proficuo confronto, un incisivo cambio di passo. Difendiamo la nostra città, difendiamo i nostri ragazzi, ascoltiamoli ed educhiamoli maggiormente al rispetto dell'altro. Mettiamo in atto azioni concrete indirizzate al contrasto al bullismo e al disagio giovanile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne accerchiato dal branco e picchiato: nuovo episodio di bullismo a San Salvo

ChietiToday è in caricamento