Cronaca

Il ministro Costa frena sul metanodotto Larino-Chieti: "Necessaria la valutazione ambientale strategica"

Dopo l'opera dei numerosi comitati contrari al metanodotto, il nuovo Governo sceglie di approfondire le valutazioni e fare chiarezza sull'opera

Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa frenta sulla realizzazione del metanodotto Larino-Chieti della Sgi, ritenendo necessria l'assoggettabilità a Vas (Valutazione ambientale strategica) del progetto definitivo, poiché è interessato un territorio fragile, fortemente sismico, su cui l'opera avrebbe un impatto notevole. "Su questo - puntualizza - chiederemo anche un parere da parte dell'avvocatura dello Stato".

Dopo l'opera dei numerosi comitati contrari al metanodotto, il nuovo Governo sceglie di approfondire le valutazioni e fare chiarezza sull'opera. Soddisfatto il coordinamento No Hub del Gas: 

Avevamo sollevato pesanti critiche sull'iter di approvazione del gasdotto Larino-Chieti e di altri gasdotti per violazioni palesi della Direttiva europea sulla Valutazione Ambientale Strategica Vas. I governi precedenti hanno fatto finta di nulla, finalmente un ministro dell'Ambiente ci ascolta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ministro Costa frena sul metanodotto Larino-Chieti: "Necessaria la valutazione ambientale strategica"

ChietiToday è in caricamento