menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacciano di morte i carabinieri che li fermano per un controllo, arrestati due giovani

I militari li avevano sorpresi mentre cedevano un involucro a una terza persona, quando oltretutto non potevano uscire viste le disposizioni per la lotta al Coronavirus

Sono stati sorpresi dai carabinieri mentre cedevano un involucro a una terza persona, a Francavilla al Mare, nei pressi di piazza Sirena. E, quando i militari hanno chiesto conto della loro presenza, vista la normativa contro il Coronavirus, che vieta di uscire senza un valido motivo, hanno risposto con arroganza e aggressività, arrivando addirittura alle minacce di morte.

Per questo S.C., 26 anni di Francavilla al Mare, e A.D'A., 22, di Torrevecchia Teatina, sono stati arrestati con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. 

I fatti risalgono a domenica pomeriggio. Quando i carabinieri hanno fermato i due giovani, questi hanno sostenuto di avere una pistola con cui poter far loro del male. A quel punto, sono scattate le manette e gli arresti domiciliari. Così, oltre all'obbligo di restare in casa per il Coronavirus, i due giovani non potranno muoversi dall'uscio della loro residenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento