Inizia a bere dal pomeriggio, quando il barista gli nega l'ennesimo drink minaccia tutti: "Ho una pistola"

Ubriaco, dopo aver creato scompiglio in un bar di Filetto e aggredito un carabiniere è stato arrestato. In casa aveva le mazze chiodate

Un 24 enne originario di Lanciano, ma da anni di casa a Filetto, è stato arrestato ieri dopo aver creato scompiglio in un bar del paese e aggredito un carabiniere. Un pomeriggio di ‘ordinaria follia’, cominciato sul presto, quando F.A. ha iniziato aveva iniziato a bere, così da anticipare la serata alcolica dal momento che i bar chiudono alle 18. 

Come ricostruito dai carabinieri di Chieti, già in preda ai fumi dell’alcol, il 24enne si è presentato al bar nel centro di Filetto per chiedere l’ennesimo cicchetto: al rifiuto del proprietario, accortosi che il ragazzo era già piuttosto alticcio, F.A. ha iniziato ad inveire contro il barista e a minacciare tutti gli avventori, gridando che era in possesso di una pistola e avrebbe ucciso tutti.

A nulla sono valsi gli inviti a lasciare il locale: il proprietario è stato costretto a chiamare il 112. Quando i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile sono arrivati hanno trovato il ragazzo che ancora minacciava e infastidiva i clienti, urlando di essere in possesso di una pistola, tanto che i carabinieri hanno dovuto perquisirlo sul posto per sicurezza.

Ma, una volta accertato che era disarmato, i carabinieri hanno proceduto con una perquisizione nell’abitazione del giovane: lì, hanno trovato un vero e proprio arsenale di armi bianche, coltelli, una roncola e due bastoni chiodati costruiti artigianalmente. In un angolino, poi, c’era anche un vaso con tre piantine di marijuana e un grammo e mezzo dello stesso stupefacente pronto da consumare e alcuni bancomat e documenti, risultati poi rubati a Pescara. 

cc carab-4

Quando i militari gli hanno detto tutto quel materiale sarebbe stato posto sotto sequetsro, il ragazzo ha ricominciato a inveire spintonando il brigadiere e cercando di afferrare la più grande delle mazze chiodate per colpirlo. A quel punto F.A. è stato bloccato e tratto in arresto.  

Ora si trova ai domiciliari con le accuse di minaccia aggravata, ricettazione, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • VIDEO-In Italia per girare lo spot della pasta De Cecco, multato per assembramenti l'attore Can Yaman

  • L’Abruzzo torna in zona gialla per cinque giorni, c'è l’ordinanza

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

Torna su
ChietiToday è in caricamento