Migranti in arrivo in provincia di Chieti, la Lega protesta

Duecento i migranti nordafricani sbarcati da Porto Empedocle e destinati all'Abruzzo

Duecento migranti nordafricani sono in arrivo in Abruzzo dopo essere sbarcati in Sicilia. 

Il Ministero dell’interno ha destinato 50 di loro a una struttura di Gissi, in provincia di Chieti; altri 50, sempre come da provvedimento ministeriale, andranno a Moscufo (Pe) e 50 a Civitella del Tronto (Te). Infine, 10 a Canistro, 20 a Civita d’Antino e 20 a Pettino in provincia dell’Aquila. 

La decisione è stata adottata dal Governo Conte e ratificata per mezzo della Protezione civile nazionale. I migranti dovrebbero arrivare in Abruzzo oggi.

Dissenso è stato espresso dall’assessore regionale Fioretti e anche dalla Lega, che tramite il coordinatore regionale Luigi D'Eramo ha annunciato proteste nei vari comuni interessati dagli arrivi.

 Quella del governo Pd-Cinque Stelle una decisione intollerabile - commenta D'Eramo - in questa fase delicata in cui permane un alto rischio di contagio da coronavirus. Le vicende precedenti, tra cui quella di Pettorano sul Gizio, dove la positività dei migranti è stata accertata solo all'arrivo e solo grazie all'Asl locale, e quella di Turrivalignani,, dove alcuni migranti sono fuggiti, dimostrano la pericolosità sociale di queste operazioni che rischiano di minare profondamente la correttezza delle popolazioni che con estremo rigore hanno rispettato le restrizioni anti-Covid. La Lega farà sentire la sua voce in ognuno dei luoghi coinvolti .
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

  • Cos’è il saturimetro e perché averne in casa uno in questo periodo di emergenza sanitaria

Torna su
ChietiToday è in caricamento