Dolore a Miglianico, impiegato del Comune si spara un colpo di fucile al cimitero

Tragedia venerdì nei pressi dell'obitorio del cimitero dove un uomo di 67 anni di nome Giancarlo Cavuti è morto. In segno di lutto è stata interrotta la campagna elettorale

Dolore e sgomento a Miglianico dove un uomo di 67 anni venerdì sera si è sparato un colpo di fucile ed è morto nell'obitorio del cimitero comunale. Giancarlo Cavuti, sposato e padre di una ragazzina di 13 anni, ha deciso di farla finita in circostanze tragiche e per motivi ignoti alla comunità miglianichese che in segno di lutto ha sospeso la campagna elettorale in corso.

L'uomo era impiegato del Comune tramite una borsa lavoro e si occupava proprio dei servizi cimiteriali. 

Sul posto dopo il decesso sono intervenuti il 118, i carabinieri e il medico legale. Il corpo è stato trasportato all'obitorio dell'ospedale Chieti dove nelle prossime ore è prevista l'autopsia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Venerdì sera, in segno di lutto, il sindaco di Miglianico Fabio Adezio ha comunicato l'interruzione temporanea degli appuntamenti per la campagna elettorale e anche inaugurqazione di un parco giochi, prevista per ieri mattina, è stata rinviata a data da destinarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • L'infettivologo: "Aspettiamoci 2-3mila casi in Abruzzo. Fine di questa fase? Almeno altre 4-6 settimane"

  • Covid-19, il laboratorio dell'Ud'A di Chieti pronto per eseguire i test: si parte con gli operatori sanitari

  • Coronavirus: altri sei morti in Abruzzo, due erano della provincia di Chieti

  • Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

  • Coronavirus: 116 nuovi casi in Abruzzo, 40 in provincia di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento