menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Miglianico, il comitato Salviamo la piazza: "Lo spazio torni libero dopo la demolizione"

Il comitato domenica scorsa ha invitato Vittorio Sgarbi a dare un parere tecnico

"Il paese è interessante, e l'eliminazione del vecchio Comune è stata giusta e da questo punto di vista l'amministrazione ha avuto una buona intuizione, poi, il progetto di ricostruzione in uno spazio che si è liberato, induce a pensare che forse sarebbe meglio usare un altro edificio. La cosa bizzarra però che io cercherò di capire bene per arrivare meglio alla soluzione, è che l'architetto che ha fatto il progetto è una persona che ho sempre stimato perché è l'autore  del recupero di Santo Stefano di Sessanio, quindi mi stupisco un po' aver visto questo progetto perché qui si sente in lui un'opzione modernista. Invece lui è un ricostruttore, ora proverò a parlare con lui e il sindaco, per vedere se c'è una terza via di una ricostruzione che in qualche modo riporti alla struttura ottocentesca precedente oppure la costruzione in un altro luogo, perché qui devo dire, la liberazione della piazza è effettivamente una conquista di spazio". parola di Vittorio Sgarbi al termine del sopralluogo che domenica lo ha condotto a Miglianico, su invito del comitato "Salviamo la piazza" che da mesi si batte affinché lo spazio in piazza tornato libero dopo la demolizione del vecchio municipio resti tale.

In sostanza Sgarbi ha proposto un dialogo con l'architetto e il sindaco per valutare, più che un avancorpo di gusto fortemente modernista la possibilità di una ricostruzione in stile. "Per la considerazione che ho dell'architetto in questione - ha aggiunto - sapendolo così bravo mi chiedo come gli sia venuto in mente, proprio qui dopo che hai recuperato uno spazio libero, in fondo è bello il motivo di quel ripiano, ha una sua gradevolezza, lo vieni a coprire, quindi perdi questo elemento di struttura portante che qui rende più ariosa la piazza".

Alla domanda sulla valorizzazione degli archi Sgarbi ha risposto: "Quelli per la verità, su quello convengo con Di Zio non mi sembrano particolarmente pregevoli, non li farei tornare indietro, quello che mi sembra debba essere salvato è questa muraglia con la terrazza, quella è molto bella, non ci vedo tanto in quegli archi, elementi antichi tanto da lasciarli addirittura scoperti, qui dovresti comunque creare una piazza, una soluzione anche in vetro sarebbe brutta, qui comunque devi fare una piazza, quello che viene fuori di particolarmente notevole, ne voglio parlare con l'architetto più tardi, è proprio questo pianerottolo, mi pare molto bello, un terrapieno, un affaccio, questo mi pare, sarebbe bene salvare. Qui ti trovi avanti un avancorpo - ha detto riguardando il disegno - che ti copre tutta la bellezza della piazza, nonostante la mia amicizia con Di Zio - ha concluso - devo dire che a me quel terrapieno piace molto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento