menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Metanodotto Larino-Chieti, il 28 gennaio l'inchiesta pubblica

Dopo il rinvio per il maltempo, sono stati invitati a partecipare i sindaci dei Comuni interessati, i cittadini e le associazioni che avevano presentato osservazioni

Dopo il rinvio a causa del maltempo, è convocata per giovedì 28 gennaio, alle 10, a Pescara, nella delegazione Castellamare in viale Bovio 466, la seduta dell'Indagine ambientale sul metanodotto Larino-Chieti.

'L'inchiesta pubblica' è indetta dal Comitato di coordinamento regionale del Via nel rispetto delle competenze fissate dal decreto legislativo 152 del 2006. Verranno illustrati gli aspetti tecnici del progetto del Metanodotto Larino-Chieti. Al confronto pubblico saranno presenti il presidente del Comitato Via e direttore generale della Regione, Cristina Gerardis, il responsabile del servizio, Domenico Longhi, e tutti i componenti del Comitato Via.

Sono stati inoltre invitati a partecipare: i sindaci dei comuni di Bucchianico, Casalbordino, Casalincontrada, Castel Frentano, Cepagatti, Chieti, Cupello, Filetto, Furci, Lanciano, Orsogna, Paglieta, Pianella Poggiofiorito, Pollutri, Rosciano e Scerni; i cittadini che hanno presentato le Osservazioni; tutte le associazioni ambientaliste portatori di interesse, sindacati e associazioni di categoria; i consiglieri regionali; i presidenti delle Province di Chieti e Pescara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento