rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

San Domenico al Corso: la messa delle 11 resta

Buone notizie per i fedeli che affollano le celebrazioni eucaristiche di padre Sebastian: la messa della domenica è salva, non ci sarà alcun posticipo a paritire da marzo

Alla fine hanno vinto i fedeli: la messa delle ore 11 alla domenica mattina nella Chiesa di San Domenico al Corso non sarà soppressa. Il manifesto che da giorni annunciava lungo corso Marrucino lo spostamento della celebrazione alle 20 di sera a partire dalla prima domenica di marzo è stato sostituito: la messa delle 11 ci sarà ancora.

Non era proprio andata giù la decisione del vicario generale don Camillo Cibotti, parrocco della Chiesa della SS. Trinità, di sopprimere una delle celebrazioni eucaristiche più affollate, soprattutto dai giovani, che seguono con passione i padre Flavio e padre Sebastian Racioppi (foto), i due missionari della Società San Giovanni, nata in Argentina.

E così una delegazione di fedeli non ha esitato a chiedere spiegazioni a monsignor Forte, che a quanto pare ha acconsentito a preservare la celebrazione più amata dal colle.

Invece la messa infrasettimanale delle 10,30 a San Domenico è stata spostata già da un paio di settimane alle 8 del mattino.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Domenico al Corso: la messa delle 11 resta

ChietiToday è in caricamento