rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Pesce al mercurio nel fiume Pescara, Cobas: "Bonifica immediata"

Il sindacato invita tutta la cittadinanza della vallata del Pescara alla mobilitazione. Il ministero dell'Ambiente ha convocato una riunione

In attesa della riunione convocata dal ministero dell'Ambiente martedì con la  Asl e i sindaci per discutere dell'allarme mercurio nei pesci del fiume Pescara, i Cobas prendono posizione sulla sconcertante vicenda.

Lo studio dell’Istituto Zooprofilattico di Teramo infatti, ha certificato in modo inequivocabile che nel fiume Pescara il mercurio è entrato nella catena alimentare, contaminando il pesce. “I cittadini della vallata del Pescara, ma anche tutti coloro che commercializzano o consumano il pesce  non possono ignorare le pesantissime conseguenze di questo stato di fatto” dicono dalla confederazione.

I Cobas fanno appello a tutta la cittadinanza della vallata del Pescara, affinché si mobiliti in massa e chieda chiarezza sui livelli di inquinamento. “E’ necessario – dicono ancora - inoltre che vengano stanziate immediatamente somme per iniziare al più presto  le operazioni di bonifica contro l’inquinamento del, lo ricordiamo per necessità, più grande fiume del medio- Adriatico e che si inizi il processo di risanamento del fiume, da cui molte aziende agricole attingono l’acqua per l’irrigazione e dunque non è esagerato allarmismo  pensare, che anche altri cibi, oltre il pesce, abbiamo un contenuto di mercurio fuori dai limiti di legge.

Ma è solo la mobilitazione organizzata che può far recedere da una situazione disastrosa, soprattutto in riferimento alla salute delle persone.
Facciamo appello pertanto ai singoli, ai gruppi organizzati alle organizzazioni sociali , ad informare , organizzare ,  manifestare ovunque sia possibile questo stato di cose”. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesce al mercurio nel fiume Pescara, Cobas: "Bonifica immediata"

ChietiToday è in caricamento