menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos mense scolastiche, il Comune di Chieti diffida la ditta

L'amministrazione scrive alla ditta dopo i ripetuti disguidi. Il sindaco: “Nei prossimi giorni visiterò le mense cittadine”

Dopo i ripetuti disservizi segnalati e riscontrati nella refezione scolastica a Chieti, gli assessori comunali agli Affari legali e all’Istruzione, Enrico Raimondi e Teresa Giammarino, hanno scritto alla ditta Ladisa per contestare gli "inadempimenti contrattuali" della stessa, alla quale la precedente amministrazione comunale aveva concesso la proroga tecnica del servizio.

Nella lettera inviata ieri si rilevano diversi aspetti: il mancato rispetto degli orari di consegna dei pasti; la mancata consegna di quelli destinati alle diete speciali; la temperatura non conforme alla normativa vigente; errori nella somministrazione delle diete differenziate per celiaci, diabetici e intolleranti. 

Il Comune ha invitato la ditta aggiudicataria a presentare le proprie controdeduzioni entro i termini e con le modalità stabilite dal capitolato d’appalto.

“Il servizio deve essere svolto secondo le normative e deve assicurare qualità ai suoi speciali fruitori" dice il sindaco Diego Ferrara ricordando che gli "inadempimenti contrattuali" possono dar luogo all’applicazione di penali.

L'amministrazione comunale ha quindi diffidato espressamente la ditta "ad adempiere esattamente le obbligazioni assunte con il capitolato d’appalto, perché il servizio ha come utenti i nostri piccoli concittadini e deve essere espletato a dovere e nel rispetto degli impegni assunti, cosa che - conclude il sindaco - mi riserverò di verificare anche di persona, nei prossimi giorni, visitando le mense cittadine”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento