rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Chieti Scalo

Sospetto caso di meningite: "Il bambino non è stato contagiato a Megalò"

"I genitori stiano tranquilli" rassicurano dall'area giochi del centro commerciale, inondata di telefonate

Mentre migliorano le condizioni del bimbo ricoverato alla clinica pediatrica di Chieti per sospetta meningite, l'associazione Idea Arteducazione che gestisce l'area giochi Megakids del centro commerciale Megalò tiene a precisare che il bambino non è stato contagiato nell'area giochi e che tutti i bimbi che sabato 22 ottobre (e nei giorni successivi) hanno frequentato l'area non sono a rischio contagio.

Su richiesta del medico della Asl di Chieti, l'associazione ha fornito l'elenco dei bambini che dalle 14,25 alle 15,25, ora in cui il bimbo potenzialmente infetto si trovava nell'area giochi, sono presumibilmente venuti in contatto con lui.

La stessa Asl ha avvisato tutti i genitori dei bambini che hanno iniziato la dovuta profilassi. “Solo i 15 di cui sopra potrebbero correre rischi, ma sono una percentuale piccolissima rispetto ai tantissimi che hanno giocato nello spazio. Per altro le prime analisi sulla possibilità di contagio (fonte Asl) sono negative - riferisce Pierfrancesco Fimiani, direttore Megakids - Questa notizia ci rassicura”. Anche i medici della Asl hanno confermato che non ci sono grossi pericoli per chi non sia stato a stretto contatto con il bambino.

Tuttavia nelle ultime ore il centro è stato inondato di telefonate di genitori preoccupati. Megakids però, invita a non fare inutile allarmismo: “Poiché l'area è frequentata, ogni anno, da circa  11 mila bambini, sarebbe opportuno  precisare questo aspetto, onde evitare il diffondersi di un allarmismo  ingiustificato e  pericoloso, che lede profondamente la reputazione del nostro spazio che opera da oltre due anni in regime di altissima qualità – aggiunge Fimiani - I genitori dei bambini che sono venuti a giocare con noi, e che torneranno nei prossimi giorni, possono - anzi - devono stare tranquilli, poiché i loro figli non corrono rischi di nessun tipo”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospetto caso di meningite: "Il bambino non è stato contagiato a Megalò"

ChietiToday è in caricamento