menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ex arcivescovo di Chieti-Vasto Menichelli sarà cardinale

L'annuncio di papa Francesco in diretta televisiva alla fine dell'Angelus. I 15 presuli saranno nominati nel concistoro del 14 febbraio. A Chieti per 10 anni, dal 1994 al 2004, Menichelli è attualmente a capo della diocesi di Ancona-Osimo

L’ex arcivescovo della diocesi di Chieti-Vasto, Edoardo Menichelli, il prossimo 14 febbraio sarà nominato cardinale da papa Francesco. Lo ha annunciato lo stesso Pontefice ieri (domenica 4 gennaio) al termine dell’Angelus, facendo i 15 nomi dei presuli che, nel prossimo concistoro, riceveranno la berretta porporata.

Monsignor Menichelli, 75 anni, originario di Serripola di San Severino Marche (Macerata), è attualmente arcivescovo di Ancona-Osimo. Ordinato sacerdote il 3 luglio 1965, venne nominato arcivescovo di Chieti-Vasto nel 1994, restandovi per dieci anni. Riformò gli aspetti economico-amministrativi della diocesi, rilanciando sotto molti profili la vita pastorale. Il 9 luglio 1994 ricevette l’ordinazione episcopale a Roma dal cardinal Achille Silvestrii, suo mentore. Nella Ceam (Conferenza episcopale abruzzese-molisana) ha presieduto la Commissione per l’educazione cattolica, cultura, scuola e università. Attualmente è assistente dell’Amci, l’associazione nazionale dei medici cattolici. L’anno scorso aveva chiesto al Pontefice di potersi dimettere per sopraggiunti limiti di età, ma papa Francesco gli ha chiesto di restare alla guida della diocesi.

L’ex arcivescovo teatino non si aspettava la porpora. Ha raccontato di aver ricevuto la notizia da un amico, che lo ha chiamato dopo averla ascoltata in diretta televisiva durante l’Angelus. Di fronte alla sua incredulità, l'amico si è commosso. E solo allora il futuro cardinale ha capito: "Allora è vero, mio Dio", ha esclamato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento