rotate-mobile
Cronaca

Calci, pugni e morsi al medico del 118: nuova aggressione in Abruzzo durante un soccorso

L'episodio la scorsa notte in un’abitazione a Villa Rosa di Martinsicuro. Aggrediti anche l’infermiere e l’autista

Nottata da dimenticare per un medico, un infermiere e un autista del 118 aggrediti durante un intervento di soccorso in un'abitazione. L'ennesimo episodio violento nei confronti dei sanitari in Abruzzo si è verificato a Villa Rosa di Martinsicuro, nel Teramano, poco dopo la mezzanotte.

È stata la stessa Asl di Teramo a rendere noti i dettagli: l’equipaggio era intervenuto nell'abitazione dopo la chiamata di una donna che chiedeva aiuto poichè il figlio era in stato di agitazione. Ma appena entrato nell’appartamento il medico è stato accolto con un pugno sferratogli dal figlio della donna ed è caduto. Il giovane è poi saltato addosso all'uomo, sferrandogli calci, pugni e morsi. Nel frattempo la porta si è chiusa e il resto dell’equipaggio della postazione del 118 di Giulianova non è riuscito a intervenire per bloccare il giovane.

Il medico è però riuscito a contenere l’esplosione di violenza, ma poi il giovane si è scagliato anche contro l’infermiere e l’autista. Il medico è stato medicato in pronto soccorso per le lesioni, giudicate guaribili in 15 giorni, così come gli altri due membri dell’equipaggio.

“Non è la prima volta che personale sanitario viene aggredito durante lo svolgimento del proprio lavoro - commenta il direttore generale della Asl Maurizio Di Giosia - lavoro che ovviamente comporta dei rischi che comunque bisogna cercare di contenere al massimo, anche con l’aiuto delle forze dell’ordine. Il lavoro del medico, e del personale sanitario in genere, comporta una forte propensione all’aiuto del prossimo che soffre, ma episodi del genere non possono che preoccupare. Al medico e a tutto l’equipaggio del 118 va la solidarietà della direzione aziendale, oltre all’augurio di pronta guarigione”.

Pochi mesi fa, sempre nel Teramano, un medico era stato picchiato selvaggiamente dopo aver richiamato un gruppo di ragazzi che aveva urinato sulle pareti esterne del presidio sanitario di Valle Castellana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci, pugni e morsi al medico del 118: nuova aggressione in Abruzzo durante un soccorso

ChietiToday è in caricamento