Cronaca

Farmaci ancora buoni gettati nel contenitore dei medicinali scaduti: scatta la denuncia

I carabinieri del Nas sono intervenuti dopo la segnalazione del sindaco e del parroco, che avevano notato la grande quantità di confezioni

Immagine di repertorio

Nel contenitore per la raccolta dei farmaci scaduti c'era una quantità esagerata di scatole di medicinali.

Così, il parroco e il sindaco di un piccolo centro della provincia di Chieti hanno segnalato la situazione ai carabinieri del Nas di Pescara, che hanno immediatamente avviato i controlli.

I militari hanno appurato la presenza di 350 confezioni di medicinali, senza il bollino farmaceutico e, soprattutto, non ancora scaduti. Un'altra parte è stata trovata all'interno dell'unica farmacia del paese, dove è scattata la perquisizione.

I carabinieri, dopo aver sequestrato le confezioni presenti nel contenitore a disposizione di tutti, hanno rinvenuto oltre 200 ulteriori confezioni di medicinali “defustellati”, ossia privi del bollino farmaceutico utile, tra le altre cose, a ottenere, dalla farmacia il rimborso dal Servizio Sanitario.

Il farmacista e? stato deferito in stato di liberta? alla procura della Repubblica di Vasto per il reato di truffa in danno del Servizio sanitario nazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmaci ancora buoni gettati nel contenitore dei medicinali scaduti: scatta la denuncia

ChietiToday è in caricamento