menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Medici di famiglia in servizio anche il sabato nei distretti sanitari

Dal 12 dicembre inaugura il servizio Studi aperti: ogni sabato, festivi esclusi, dalle 8 alle 13, un medico di medicina generale sia in servizio nelle sedi dei distretti sanitari di Vasto, San Salvo, Chieti, Chieti Scalo, Francavilla al Mare, Ortona, Lanciano, Atessa, Casoli e Guardiagrele

Medico di famiglia anche il sabato per i cittadini della provincia di Chieti: è l'iniziativa della Asl Lanciano-Vasto-Chieti che dal 12 dicembre inaugura il servizio Studi aperti. Questo prevede che ogni sabato, festivi esclusi, dalle 8 alle 13, un medico di medicina generale sia in servizio nelle sedi dei distretti sanitari di Vasto, San Salvo, Chieti, Chieti Scalo, Francavilla al Mare, Ortona, Lanciano, Atessa, Casoli e Guardiagrele

In caso di necessità, vi si potranno rivolgere tutti gli assistiti dei medici di famiglia che hanno aderito: l'elenco è disponibile sul sito www.asl2abruzzo.it. Per farsi visitare, sarà sufficiente esibire la tessera sanitaria e, qualora non sia presente il proprio medico, compilare un modulo per l'acquisizione del consenso informato. Per tutti gli altri casi, resta attivo il servizio di continuità assistenziale, ossia la guardia medica, e il 118 per le emergenze. L'iniziativa è promossa dalla Regione Abruzzo. 

"Aggiungiamo un nuovo tassello al programma di potenziamento dell’assistenza territoriale - spiega il direttore generale Pasquale Flacco - così da essere ancora più vicini agli utenti. L’aggregazione della medicina convenzionata rappresenta un obiettivo importante da centrare, perché ci permetterà di dare continuità ai servizi, evitando il ricorso all’ospedale anche in situazioni che non hanno il carattere di acuzie o di urgenza. Con “Studi aperti” abbiamo creato i presupposti per avviare questo nuovo modello assistenziale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento