menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Medici con il 'dono' dell'ubiquità: in servizio in due Asl, denunciati per truffa

Per quattro anni, due guardie mediche hanno falsificato i registri di presenza facendo risultare di aver effettuato, negli stessi giorni ed ore, anche l'attività di guardia turistica a Limone sul Garda (Bs)

In servizio come guardie mediche a Celenza sul Trigno e San Salvo, ma contemporaneamente guardie turistiche alla Asl di Brescia. Con l'accusa di truffa ai danni dello Stato, due medici della Asl Lanciano Vasto Chieti sono stati denunciati al termine di una complessa indagine del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Chieti.

Le attività investigative, attraverso l’acquisizione di dati e notizie presso le sedi Asl di Lanciano-Vasto-Chieti e Brescia, hanno consentito di accertare che, dal 2009 al 2013, i due medici, che lavoravano presso il Servizio di Continuità Assistenziale di Celenza sul Trigno e San Salvo hanno fatto risultare, falsificando i registri di presenza, di aver effettuato, contemporaneamente negli stessi giorni ed ore, anche l’attività di Guardia Turistica presso la postazione di Limone sul Garda (Bs).

Da ulteriori accertamenti è emerso che i due sanitari, in base alla normativa vigente, non avrebbero comunque potuto svolgere incarichi presso entrambe le Asl per una incompatibilità di incarico prevista normativamente.

Ammonta a circa 100 mila euro il danno economico causato dai due alle Aziende Sanitarie interessate.  Entrambi sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per truffa aggravata ai danni dello Stato e false attestazioni di presenza in servizio.

Oltre alla denuncia per il reato commesso, potranno essere chiamati dalla Corte dei Conti a risarcire il danno patrimoniale, pari al compenso corrisposto a titolo di retribuzione nei periodi per i quali è stata accertata la mancata prestazione, nonché il danno all’immagine subito dall’ente pubblico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento