menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mascherine e guanti monouso venduti a 17 euro: denunciata parafarmacista teatina [VIDEO]

La parafarmacia si trova a Pescara ed è stata posta sotto sequestro. La titolare, una 50enne di Chieti, era stata già denunciata alla Procura della Repubblica. Seimila i prodotti complessivamente sequestrati

Nonostante una denuncia per il reato di “manovre speculative su merci”, ha continuato a vendere i dispositivi di protezione individuale a prezzi da capogiro nel momento in cui c’è più bisogno. Per questo motivo una parafarmacista 50enne di Chieti è stata nuovamente denunciata dalla Guardia di Finanza di Pescara all’esito dell’ennesimo controllo.

La parafarmacia in questione si trova a Pescara: qui i finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria hanno sequestrato seimila prodotti e messo i sigilli all’attività, che ha due punti vendita.

Il sequestro è stato disposto dal gip del tribunale di Pescara, su richiesta della locale Procura della Repubblica, a conclusione di una prolungata attività d’indagine condotta dai finanzieri. 

Doppia denuncia per i prezzi da capogiro

La parafarmacia, infatti, già nel mese di marzo proprio in concomitanza con l’inizio dell’emergenza e con l’applicazione delle prime misure volte al contenimento dell’epidemia era stata ispezionata. In quell’occasione i militari avevano accertato che oltre 200 mascherine e confezioni di gel disinfettanti erano venduti a prezzi da capogiro, con ricariche superiori di gran lunga al 500%del loro prezzo d’acquisto. 

Nonostante una prima denuncia, la titolare ha continuato a vendere mascherine, confezioni di gel disinfettante e guanti monouso a prezzi altissimi, con margini di ricarico sproporzionati, fino al 2.900%, secondo quanto riferito dagli investigatori.

Per fare un esempio, mascherine FFP1 o confezioni di guanti in lattice monouso erano in vendita al prezzo di 17 euro, confezioni di gel igienizzanti a 11 euro.

Fino a questa mattina, quando è stata sporta una nuova denuncia a carico della titolare per il medesimo reato di “manovre speculative su merci”, che prevede la reclusione fino a 3 anni e multe fino a 25.000 euro. I finanzieri hanno posto i sigilli ai due punti vendita aziendali situati a Pescara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento