menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marzoli: "Sulla piscina le responsabilità politiche sono evidenti"

"Tre nuove interrogazioni saranno depositate presso la segreteria generale del Comune - dice il consigliere Pd - terremo alta ogni giorno l'attenzione sulla gestione della piscina fino a quando non si torni ad una situazione di normalità, nel rispetto del contratto di affidamento"

"Se l'assessore pensa al mare noi pensiamo solo alla piscina: le responsabilità politiche sono evidenti a tutti mentre sarà la Corte dei Conti ad accertare eventuali danni erariali e responsabilità amministrative". Non si fa attendere la replica di Alessandro Marzoli, consigliere comunale Pd, alla risposta dell'assessore Antonio Viola alla conferenza stampa in cui ieri (lunedì 3 agosto) i componenti del Partito Democratico hanno annunciato di rivolgersi alla Corte dei conti per fare chiarezza sui canoni non pagati dalla Teate Splashing

"Dal 2012 - puntualizza Marzoli - insistiamo perché vi sia massima chiarezza e trasparenza sulla gestione e sull'affidamento della piscina comunale di Chieti, struttura pubblica della nostra comunità. Con due atti ufficiali, interrogazioni consiliari, nel 2013 e nel 2014, abbiamo richiesto un controllo sul rispetto delle previsioni contrattuali. Delibere e verbali di Consiglio Comunale e della V commissione Sport attestano pertanto nero su bianco che tale situazione è stata portata da anni all'attenzione del Sindaco e della giunta. Delle dichiarazioni balbettanti e delle scuse incoerenti dell'Assessore non sappiamo che farcene, pretendiamo atti concreti e rispetto della comunità".

"Tre nuove interrogazioni saranno depositate presso la segreteria generale del Comune - prosegue - e terremo alta ogni giorno l'attenzione sulla gestione della piscina fino a quando non si torni ad una situazione di normalità, nel rispetto del contratto di affidamento, avendo sempre come primo obiettivo la tutela dei lavoratori della struttura, degli utenti, degli atleti e delle loro famiglie". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento