menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marsilio visita l'ex zona rossa Caldari: "Hanno dovuto fronteggiare un'autentica tragedia"

Il governatore ha visitato anche il bar della prima vittima ortonese del covid-19 e ha invitato tutti "a non avere paura di tornare a vivere normalmente. Siamo in una situazione assolutamente sotto controllo che ci consente di sperare in futuro sereno"

Mattinata a Ortona per il presidente della giunta regionale Marco Marsilio il quale, dopo la conferenza stampa sul potenziamento del porto, si è recato nella ex zona rossa di Villa Caldari accompagnato dal sindaco Leo Castiglione. Quella a una delle aree più colpite dal contagio da Covid 19 è stata una visita dal grande valore simbolico verso una comunità che ha pagato un prezzo molto alto sia in termini di vite umane che di blocco delle attività produttive e commerciali.

"I cittadini di Villa Caldari - ha esordito Marsilio - hanno dovuto fronteggiare un'autentica tragedia, una situazione che anche per noi è stato difficile affrontare perchè sentivamo il peso della sofferenza umana presente in questo territorio. Siamo stati costretti a prendere decisioni tutt'altro che facili, come quella di istituire una zona rossa che ha prodotto isolamento sia sul piano economico che sociale ma che si è rivelata indispensabile per salvare vite umane e contenere il contagio".

Ad accogliere Marsilio una comunità molto vivace e attiva "a cominciare dai familiari della prima vittima, persone straordinarie capaci di ripartire con lo spirito giusto" ha commentato.

Poi l'invito "a non aver paura di tornare a vivere normalmente come, del resto, ci spingono a fare anche i dati epidemiologici che da giorni, in Abruzzo, fluttuano da nessun caso di positività al virus a poche unità di casi giornalieri. La situazione è assolutamente sotto controllo - ha aggiunto il governatore regionale - e ci consente di sperare in futuro sereno anche se non si può abbassare la guardia. In ogni caso, quand'anche ci dovesse essere una malaugurata ripresa dei contagi, oggi abbiamo strumenti e armi diverse di conoscenza e organizzazione per poterla affrontare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento