menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo striscione al liceo Da Vinci di Pescara dove insegnava Marina Angrilli

Lo striscione al liceo Da Vinci di Pescara dove insegnava Marina Angrilli

L'autopsia su Marina Angrilli: "Il marito l'ha spinta giù dal balcone"

L'autopsia effettuata sul corpo della moglie di Fausto Filippone all'obitorio di Chieti confermerebbe la terribile ipotesi del duplice omicidio

Non una caduta accidentale o un malore: a spingere Marina Angrilli giù dal secondo piano nella palazzina di largo Roccaraso sarebbe stato Fausto Filippone. A confermarlo l'autopsia effettuata ieri sul corpo della donna all'obitorio di Chieti dal medico legale Cristian D'Ovidio.

L'accertamento avrebbe consentito di appurare che, per tipologia di lesioni e di traiettorie, la donna non si sarebbe suicidata.

Si indaga per capire le origini della follia

D'altronde anche secondo lo psichiatra Massimo Di Giannantonio, il mediatore intervenuto assieme alla polizia sul cavalcavia Alento nel tentativo di salvare la vita a Filippone, era ipotizzabile che il manager della Brioni avesse ucciso anche la moglie.

Ipotesi avallata dalla testimonizanza di Giuliano Salvio, il medico che abita nella palazzina di Chieti Scalo dalla quale è precipitata Marina Angrilli e che, dopo avere visto la donna a terra, ha tentato di soccorrerla:

"Non c'era nessuno intorno a lei - ha raccontato ricostruendo quei tragici momenti dopo la caduta dal secondo piano - solo dopo qualche minuto è arrivato quell'uomo, era molto nervoso, farfugliava, si teneva le mani tra i capelli e ripeteva: che sciagura, è caduta dal secondo piano, lei è mia moglie. Però restava sempre a qualche metro di distanza, malgrado lei perdesse molto sangue. Poi, mentre aspettavamo l'ambulanza, è venuto da me con il cellulare in mano e mi ha detto: 'Ti lascio questo numero, io devo andare a prendere mia figlia'. Un po' insolito, per un marito a cui è appena caduta di sotto la moglie".

Ieri pomeriggio è stata effettuata anche l'autopsia sul corpo della piccola Ludovica, 10 anni, figlia della coppia: la bambina è morta sul colpo in seguito alla caduta dal viadotto della A14 a Francavilla per mano del padre. Viadotto dal quale, dopo sette ore di delirio, domenica sera si è lanciato poi Fausto Filippone, anche lui morto sul colpo.

Per i risultati degli esami tossicologici bisognerà attendere l'esito delle analisi di laboratorio sui campioni prelevati. 

Ludovica, Marina e Fausto: il dolore di chi resta

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: oggi 196 nuovi positivi e 441 guariti in Abruzzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento