Cronaca

Paziente morta in ospedale dopo l'intervento: indagati cinque medici del SS. Annunziata

L'inchiesta della procura di Chieti scattata dopo il decesso di Marika Chiavaroli, 44 anni di Cepagatti, che poche settimane prima si era sottoposta a un intervento di chirurgia bariatrica per ridurre la massa corporea

Cinque medici del policlinico SS. Annunziata di Chieti sono indagati nell’ambito dell’inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica per accertare le cause della morte di Marika Chiavaroli, avvenuta venerdì scorso nel reparto di Rianimazione. L'operatrice socio santaria 44enne di Cepagatti era stata sottoposta ad un intervento di chirurgia bariatrica per ridurre la massa corporea e, in seguito, ad un secondo intervento perchè continuava ad avere febbre molto alta probabilmente per via di un’infezione.

Per il decesso di Marika i nomi di cinque medici sono comparsi nell’avviso per la nomina del consulente tecnico per accertamento tecnico non ripetibile. L’autopsia dovrebbe essere effettuata il 24 luglio dal medico legale Cristian D’Ovidio e dal gastroenterologo chirurgo Giovanni Casella.

Sono stati i genitori e i due fratelli della donna, subito dopo il decesso, a presentare un esposto in questura per accertare eventuali responsabilità mediche.

I medici sono indagati per omicidio colposo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paziente morta in ospedale dopo l'intervento: indagati cinque medici del SS. Annunziata

ChietiToday è in caricamento