Acque inquinate nella zona della stazione di Tollo ma le ultime analisi rassicurano residenti e operatori turistici

Le analisi dell'Arta per la prima volta hanno registrato valori negativi, ma l'agenzia regionale rassicura

Preoccupazione tra operatori turistici e residenti dopo i riscontri negativi rivelati dall’Arta (Agenzia Regionale Tutela Ambiente) sulle acque di balneazione del tratto di mare ortonese presso la stazione di Tollo. Un fatto anomalo: era la prima volta che il mare in quel tratto risultata inquinato.

L’associazione Torre Foro, sensibile alle problematiche della zona, ha contattato immediatamente l’Arta la quale ha rassicurato, come pubblicato sul loro sito, sulla qualità di quelle acqua che mai prima aveva registrato valori negativi. La prassi prevede che, dopo un valore negativo, ci siano altri due prelievi nei giorni immediatamente successivi: ebbene, questi ultimi due prelievi hanno dato esito positivo.

ANALISI ARTA ORTONA TOLLO-2-2

“Peccato che il primo negativo – il commento dell’associazione - grazie alla diffusione sui vari mezzi di comunicazione, abbia messo in allarme residenti ed operatori turistici che contano molto sia sulla bellezza di queste spiagge sia sulla qualità del mare. Caratteristiche che stanno rendendo sempre più famoso questo tratto di costa e sempre più apprezzato da bagnanti e turisti provenienti da tutta Italia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Lancia sassi alla ex e al nuovo fidanzato e sfonda la porta di casa: 30enne denunciato

Torna su
ChietiToday è in caricamento