Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Ortona

Giustizia per Alessio: a Ortona una manifestazione in piazza per chiedere risposte sulla scomparsa del giovane ufficiale

Di Gaspari non si hanno più notizie da gennaio, quando non fu trovato sulla nave di Costa Crociere in cui prestava servizio, che in quel momento si trovava in Danimarca. I suoi familiari continuano a chiedere risposte chiare, escludendo categoricamente che possa essersi tolto la vita

Di lui non si hanno notizie da oltre 6 mesi: era il 21 gennaio quando si persero le sue tracce dalla nave di Costa Crociere su cui prestava servizio, che in quel momento si trovava in Danimarca. Dopo pochi mesi, la procura di Roma ha aperto un fascicolo per omicidio.

E, oggi, la famiglia di Alessio Gaspari, l'ufficiale di Ortona scomparso a 25 anni, torna a invocare giustizia con una manifestazione pubblica nella sua città. 

L'appuntamento è per mercoledì 4 agosto, dalle ore 21.30, in piazza della Repubblica: i familiari, gli amici, l'amministrazione comunale e tutti coloro che vorranno ricordarlo scenderanno in piazza per raccontare la storia di Alessio, chiedere risposte sulla sua scomparsa e affiggere uno striscione per ricordarlo. Per non dimenticare e continuare a cercare il giovane, i familiari hanno creato anche un sito, in cui si ricostruisce tutto ciò che è accaduto dallo scorso gennaio.

"La sua scomparsa - dicono i familiari - senza una spiegazione, senza che si conoscano i responsabili, non è accettabile. Alessio è scomparso. Vogliamo sapere cosa è successo.? Vogliamo la verità".

"Alessio - raccontano - si sentiva cittadino del mondo ma la sua casa era Ortona, dove è nato e cresciuto e dove la sua famiglia e gli amici lo stavano aspettando. Ortona per lui era casa, un luogo sicuro e amato dove tornare dopo ogni imbarco. La città che, in questi sei mesi, si è riunita e ha abbracciato la famiglia". E proprio per questo nella piazza della sua città si ricorderà Alessio, con la speranza che, al più presto, qualcuno dia risposte sulla sua misteriosa scomparsa

I familiari, sin dai primi giorni dopo la scomparsa, hanno sempre escluso la possibilità paventata da alcuni, che il giovane ortonese abbia deciso di togliersi volontariamente la vita. Ma, hanno sempre ribatutto, dopo pochi giorni sarebbe arrivato in Abruzzo, per riabbracciare finalmente i suoi cari dopo tanto tempo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giustizia per Alessio: a Ortona una manifestazione in piazza per chiedere risposte sulla scomparsa del giovane ufficiale

ChietiToday è in caricamento