rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca Lanciano

Elettrodotto Villanova-Gissi: manifestazione davanti al tribunale di Lanciano

Mentre i cittadini manifesteranno fuori dal palazzo di giustizia, il gip Canosa dovrà decidere se archiviare il procedimento o rinviare a giudizio i responsabili di tre comuni per omissione di avviso pubblico

Manifestazione questa mattina (28 aprile) davanti al tribunale di Lanciano per ribadire il no contro la realizzazione dell’elettrodotto Villanova/Gissi. I cittadini dei 16 comuni interessati al passaggio della grande infrastruttura della Terna si sono dati appuntamento per comunicare, con tanto di fascia nera al braccio in segno di lutto, ai propri amministratori locali che è aberrante barattare il diritto alla salute in cambio del denaro.

"Il progetto pare sia stato definitivamente autorizzato con decreto N.239 del gennaio 2013 - spiega Miriam Casturà (associazione Miral) - il gestore di Terna ha reso pubblico l’avviso informativo ai fini dell’esproprio per i proprietari dei terreni su cui passeranno i tralicci dell’elettrodotto in questione".

Questa mattina mentre i cittadini manifesteranno fuori dal palazzo di giustizia, il gip Canosa dovrà decidere se archiviare il procedimento o esercitare l’azione penale rinviando a giudizio i responsabili dei Comuni di Paglieta, Castel Frentano e Sant'Eusanio del Sangro indagati per l’omessa pubblicazione dell’avviso pubblico del 5 aprile 2012

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elettrodotto Villanova-Gissi: manifestazione davanti al tribunale di Lanciano

ChietiToday è in caricamento