Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Mangi ghiacciolo e l'odiata nausea in gravidanza va via

Condotto anche a Chieti uno studio su alcune gestanti per verificare gli effetti dei ghiaccioli sulle nausee in gravidanza. Il brevetto è di una mamma inglese

Basterà mangiare un ghiacciolo e le fastidiose nausee che accompagnano la gravidanza nella maggior parte dei casi spariranno. Non è uno scherzo, ma il frutto di una serissima ricerca condotta in sei centri in Italia, tra cui anche Chieti e Pescara (assieme a Bergamo, Gorizia, Roma e Napoli). La notizia, che darà sollievo alle future mamme, è stata ripresa dai principali blog premaman e da alcune testate nazionali dopo il congresso nazionale dell’Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (Aogoi) di Palermo.

Lo studio è stato condotto su 30 gestanti attorno ai 30 anni di età, che si trovavano alla nona settimana di gravidanza, con comparsa di nausee sin dalla sesta. Alle future mamme sono stati somministrati dei ghiaccioli aromatizzati naturali. Ebbene su trenta donne, ventuno hanno riscontrato ottimi risultati. Secondo l’indagine, le mamme che consumavano due ghiaccioli al giorno vedevano calare la nausea, in una scala da 1 a 10,  da 7.1 a 4.3.

I ghiaccioli anti nausea si chiamano Lillipops, come scrive “Mamma Pour Femme”, sono stati inventati da Denise Souden, una mamma inglese che ha deciso di commercializzare l’efficace rimedio dopo averlo provato su se stessa. “Quando ero in attesa del mio terzo figlio - racconta mamma Denise - avevo la nausea, mi sentivo male e mi disidratavo. Non sentivo più i sapori e non avevo appetito. Poi ho scoperto il ghiaccio: l’unico rimedio naturale capace di placare la nausea che avevo: a differenza dell’acqua o di altri liquidi, riuscivo a tollerarlo, mi dava sollievo e mi sentivo idratata. Un effetto ancor più marcato quando ho inserito alcuni ingredienti naturali che permettevano anche di renderlo più gradevole”.

I ghiaccioli, privi di coloranti, aromi artificiali e dolcificanti, sono stati approvati dalle associazioni scientifiche degli specialisti di tutta Europa e ora sono in commercio anche nelle Farmacie italiane. Si vendono in confezioni da venti, al costo di 10 euro, nelle varianti pompelmo e mandarino, limone e menta, camomilla e arancia, lime e vaniglia, zenzero ( quest’ultimo particolarmente indicato). 

Insomma, un rimedio gustoso e privo di effetti collaterali per combattere le fastidiose nausee che fanno la loro comparsa a circa quattro settimane dal concepimento, accompagnando le gestanti almeno fino al terzo mese di gravidanza, nel 60% dei casi; nel restante 40% possono invece protrarsi anche fino a poco prima del parto.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mangi ghiacciolo e l'odiata nausea in gravidanza va via

ChietiToday è in caricamento