Cronaca Cupello

Carenza idrica a Cupello e nel Vastese: soffrono anche i politici

Il capogruppo provinciale del Pd, Camillo D'Amico, racconta i disagi subiti dalla sua famiglia, a causa delle continue interruzioni idriche a Cupello e nel Vastese

Il capogruppo provinciale del Pd, Camillo D'Amico, racconta i disagi subiti dalla sua famiglia, a causa delle continue interruzioni idriche a Cupello e nel Vastese e chiede spiegazioni alla Sasi.

Vivo e risiedo stabilmente con la mia famiglia a Cupello. Qui mia moglie gestisce un attività autonoma in pianta stabile. Vivo sulla mia pelle come cittadino la ormai frequente mancanza nell’erogazione dell’acqua potabile soprattutto nei fine settimana.

Il tutto avviene con un silenzio preoccupante ed imbarazzante dal parte dei vertici della SASI che non possono scaricare il tutto solo alla casualità o fatalità oppure sugli incolpevoli dipendenti.

La mia impressione è che, per una mera questione di contenimento dei costi, non ci sia un'organizzazione efficace di squadre di emergenza che intervengano per porre rimedio immediato alle rotture delle condotte soprattutto nei fine settimana. Non si spiegherebbe, altrimenti, perché passi un tempo così lungo prima della riparazione e della ripresa dell’erogazione dell’acqua.

Bene fa il sindaco di Cupello ad alzare la voce della protesta e favorire iniziative di class action contro la SASI.

Per quanto mi riguarda, come esponente politico del territorio, chiederò un incontro urgente al presidente della SASI sia per avere chiarimenti che per sollecitare decisi interventi atti ad evitare che, in futuro, accadano ancora interruzioni improvvise e senza alcun preavviso a danno dei cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza idrica a Cupello e nel Vastese: soffrono anche i politici

ChietiToday è in caricamento